Sul nuovo lavoro dei Colplay, notizie spesso contrastanti,delle quali vi teniamo sempre aggiornati, circolano ormai da mesi, e perfino le parole di Chris Martin non hanno mai contribuito a fare chiarezza, anzi, se è possibile, hanno confuso ancora di più le acque.

Lo scorso Dicembre intervistato dalla BBC, Martin aveva annunciato: “Si tratta di un concept album, ma è anche molto personale e all’interno di una ampia struttura. E’ un disco dal punto di vista di due persone che si sono un po’ perdute“, per poi in seguito dichiarare tutto il contrario: “Non si tratterà di un concept-album“– ha rivelato  il frontman  del gruppo inglese in un’intervista a Radio 1 “Sarà ispirato all’amore, alle dipendenze. Un racconto velato di che cosa succede a stare dentro un gruppo”.

Il quinto lavoro di  Chris Martin, Guy Berryman, Will Champion e Jonny Buckland, dopo il successo di “Viva la Vida” non ha ancora nè titolo nè una data di uscita, per cui la band, che nel frattempo ha programmato la partecipazione a numerosi festival estivi, tra cui la tappa italiana all’Heineken Jammin’ Festival, potrebbe presentarsi agli appuntamenti live senza nuovo materiale.

In tutta quest’incertezza, pare però che il nuovo lavoro sia a buon punto, almeno leggendo quanto scrive un misterioso blogger, forse vicino al gruppo, sul blog ufficiale della band stessa: “L’album è in via di completamento”, si legge, e ancora – “Una volta tornati  in studio, i brani stanno sempre più mettendo fuori la testa e sono protesi verso la luce.Ho il sospetto che la band abbia un’idea precisa di come verrà fuori l’album,come uno sculture vede già la forma finita dal blocco di marmo, ma deve scavare per portarla fuori. C’è un lavoro di cesellatura in atto”.

“Direi che l’inverno è ormai passato e che l’estate si preannuncia piuttosto buona”:queste sono le parole con cui si conclude il post. E se tutto questo tempo è necessario alla band per produrre il album capolavoro, siamo ben felici di aspettare ancora un po’.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.