A soli pochi giorni di distanza dal suo sessantanovesimo compleanno, David Bowie è morto, uscendo sconfitto da una dura battaglia contro il cancro. Inaspettatamente la notizia si è diffusa questa mattina sui social, tra l’incredulità di tutti i suoi fan e tutti quelli che nel clamore di questi giorni, dopo una grande uscita discografica ne celebravano gli attimi più importanti della sua vita. A confermare subito la notizia le testate musicali mondiali e in prima linea suo figlio Duncan Jones, con una commovente foto postata su Twitter.

David Bowie
David Bowie

David Bowie lascia un vuoto incolmabile, è stata la personalità più strana e geniale di tutta la produzione artistica mondiale, ha segnato un’epoca, ha nutrito intere generazioni con la sua musica, e ancora oggi, grazie alla sua ultima uscita discografica è riuscito a lasciare tutti a bocca aperta per la genialità, l’innovazione di cui si è sempre fatto portavoce.

Personalità camaleontica ha saputo cavalcare lo zeitgeist di ogni epoca, celebrando tutti i generi come il blues, il country, il rock, l’elettronica, il pop e il jazz e il musical. Nasce nel 1947, e nella seconda parte degli anni Sessanta comincia a farsi spazio nel mondo della musica, diventando subito il protagonista di una nuova scena innovativa, fresca e d’avanguardia. Alcune voci recenti lo volevano ormai lontano dai tour e dalle celebrazioni, ma la sua produzione musicale non si era fermata, appena nel 2013 dopo 10 anni di assenza ci allietava con “The Next Day“, facendo seguire a stretto giro, dopo soli tre anni, il capolavoro “Black Star“.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.