La prossima primavera (Aprile/Maggio 2015) vedrà il ritorno sul mercato discografico dei Duran Duran. Simon Le Bon e soci, per il 14° album in studio della loro carriera, hanno messo in piedi una squadra niente male. Al prossimo lavoro discografico infatti collaboreranno Nile Rodgers, Mark Ronson e l’ex Red Hot Chili Peppers John Frusciante. I primi due si sarebbero ritrovati in studio a Londra con la band mentre Frusciante, come svela Le Bon “ha contribuito al disco dal suo quartier generale della California“.

Su Twitter, appena apparsa la foto che ritraeva la band con Nile Rodgers l’entusiasmo dei fan si è subito fatto sentire, infatti la mente degli Chic ha prodotto in passato per il gruppo di Birmingham sia “Wild Boys” che l’album “Notorious“, oltre a essere l’artefice del remix di “The Reflex” che, nel 1984, portò la band per la prima volta al numero uno negli Stati Uniti.
Ronson invece è ricordato ai più come produttore di “Back to Black” di Amy Winehouse oltre ad aver aiutato i Duran Duran a realizzare “All You Need Is Now“, il lavoro che, nel 2010, li ha rilanciati nelle classifiche di tutto il mondo.

Duran Duran in studio di registrazione c| © Facebook official page
Duran Duran in studio di registrazione c| © Facebook official page

Molta curiosità ancora ruota attorno ai dettagli sul nuovo album che, pare, avrà connotazioni funky, pop e musica elettronica, insomma ce n’è per tutti i gusti. Mentre aspettiamo che nuovi particolari siano svelati vi ricordiamo che qualche giorno fa i Duran Duran sono sbarcati al cinema con il film-documentario “Duran Duran Unstaged” diretto da David Lynch i cui 112 minuti di video raccontano il live del 2011 al Mayan Theater di Los Angeles, durante il loro “All You Need Is Now Tour“. Per l’occasione i quattro quinti della band originale (Simon Le Bob, Nick Rhodes, John Taylor e Roger Taylor) si erano riuniti sul palco per presentare, per la prima volta dal vivo, i brani dell’album All You Need is Now, il tredicesimo della loro carriera, uscito nel 2011. Con loro numerosi ospiti internazionali.

Rispondi