Fatte e Rifatte no image

Pubblicato il maggio 26th, 2009 | da Giuseppe Guerrasio

0

Fatte e Rifatte: Enjoy the Silence

Torniamo con la nostra rubrica aperiodica “Fatte e Rifatte“, dedicata alla cover di canzoni famose fatta in mille salse.
Questa volta tocca ad “Enjoy the Silence“, il brano forse più famoso dei Depeche Mode, che dalla sua pubblicazione nel 1990 è stato soggetto a numerose cover e remix, addirittura anche dalla stessa band Synth Pop britannica.
La canzone fu registrata nel 1989 per l’album “Violator” dove fu inclusa come sesta traccia.

All I ever wanted
All I ever needed
Is here in my arms
Words are very unnecessary
They can only do harm

“Enjoy the Silence” è stata scritta dal tastierista e chitarrista Martin Gore, inizialmente doveva essere una semplice ballata lenta, ma Alan Wilder la ristrutturò ed infine si aggiunse la voce di David Gahan.

Già gli stessi Depeche Mode si divertirono a realizzare diverse versioni di “Enjoy the Silence”, realizzarono un radio edit privato dell’arrangiamento introduttivo e con la frase “Enjoy The Silence” pronunciata da  Dave Gahan , una album version, che aggiunge una conclusione di 2 minuti di arrangiamento e l’espressione “Crucified!” pronunciata da Andrew Fletcher, ed un’altra inserita nelle raccolte “The Singles 86-98” e “The Best Of, volume 1” dove è stato rimosso il titolo della canzone, emesso da Dave Gahan nella versione del ’90.
Inoltre, altre due versioni sono state create come B-Side di alcuni singoli, una in Sibeling, in una leggera trasposizione della canzone suonata al pianoforte; l’altra in Memphisto, una rivisitazione in chiave punk.

Infine per completare l’opera nel 2004, i Depeche Mode compongono il progetto “The Remixes 81-04“, ricreando in chiave dance i loro maggiori successi, e remixano loro stessi e anche questa canzone che diventa “Enjoy the Silence ’04“.

Basterebbero solo i loro lavori a far di questo brano già la storia, ma negli anni ci pensano altri gruppi ad interpretarla.

Gli HIM, band Gothic Metal,  la rivisitano appunto in chiave gotica.

La versione remixata da Yvan e Dan Daniel è tipicamente Dance.

Gli It Dies Today propongono invece la loro versione Metalcore.

Tori Amos la rivista in versione Pop al pianoforte.

Ma la versione che sicuramente ha avuto più successo dopo quella dei Depeche Mode è quella degli italiani Lacuna Coil.

Noi finiamo qui, ma le cover di “Enjoy the Silence” sono molte altre, magari avremo occasione di tornare in futuro sulla stessa canzone.

Voi quale versione di “Enjoy The Silence” preferite?

  • Enjoy the Silence – Depeche Mode (72%, 26 Voti)
  • Enjoy the Silence – Lacuna Coil (17%, 6 Voti)
  • Enjoy the Silence ’04(remix) – Depeche Mode (6%, 2 Voti)
  • Enjoy the Silence – HIM (3%, 1 Voti)
  • Enjoy the Silence (remix) – Yvan e Dan Daniel (3%, 1 Voti)
  • Enjoy the Silence – It Dies Today (0%, 0 Voti)
  • Enjoy the Silence – Tori Amos (0%, 0 Voti)

Totale Votanti: 36

Tags: , , , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore

Informatico da sempre, blogger per passione, polemico per professione. Calabrese mezzosangue (per l'alta metà Campano), giro il mondo quando posso. Quando sono fermo ascolto musica. Amo i Pearl Jam, i Nine Inch Nails e gli Smashing Pumpkins. Il resto probabilmente mi piace molto. Ma niente neomelodico e pop scadente.



Rispondi

Torna in alto ↑