Home Featured Festival di Sanremo 2019, tutto quello che c’è da sapere

Festival di Sanremo 2019, tutto quello che c’è da sapere

0
Festival di Sanremo 2019, tutto quello che c’è da sapere

Il Festival di Sanremo 2019 non è ancora iniziato ma non mancano le polemiche. Come edizione che si rispetti, da quando la kermesse è nata, prima, dopo e durante il Festival può succedere davvero di tutto.

Riassumiamo in poche fasi quello che c’è da sapere su Sanremo 2019: data d’inizio, conduttori, cantanti in gara e, ovviamente, anche le polemiche esplose fino ad ora.

Quando inizia Sanremo 2019

Festival di Sanremo 2019

L’appuntamento con il Festival è fissato per martedì 5 febbraio 2019, il festival andrà in onda su Rai 1, come di consueto. Si potrà ascoltare anche su Radio 2, sempre in diretta.

Chi conduce Sanremo 2019

© Facebook / Festival di Sanremo

Claudio Baglioni, dopo il debutto dello scorso anno, è il direttore artistico dell’edizione 2019 del festival. Al suo fianco, dopo i toto-nomi dei mesi scorsi, sono stati confermati Claudio Bisio e Virginia Raffaele. Per il dopo-festival, invece, è stato scelto l’attore Rocco Papaleo, altra presenza rodata del Festival.

Quali sono i cantanti in gara

© israel palacio

Tra vecchie conoscenze e nuovi volti, Claudio Baglioni quest’anno ha dimostrato tutta la sua intenzione di portare un po’ d’aria fresca all’Ariston. Ecco l’elenco completo dei big che si esibiranno sul palco di Sanremo 2019:

  • Paola Turci – L’Ultimo ostacolo
  • Simone Cristicchi – Abbi cura di me
  • Zen Circus – L’amore è una dittatura
  • Anna Tatangelo – Le nostre anime di notte
  • Loredana Bertè – Cosa ti aspetti da me
  • Irama – La ragazza col cuore di latta
  • Ultimo – I tuoi particolari
  • Nek – Mi farò trovare pronto
  • Motta – Dov’è l’Italia
  • Il Volo – Musica che resta
  • Ghemon – Rose viola
  • Federica Carta e Shade – Senza farlo apposta
  • Patty Pravo e Briga – Un po’ come la vita
  • Negrita – I ragazzi stanno bene
  • Daniele Silvestri – Argento vivo
  • Ex Otago – Solo una canzone
  • Achille Lauro – Rolls Royce
  • Arisa – Mi sento bene
  • Francesco Renga – Aspetto che torni
  • Boomdabash – Per un milione
  • Enrico Nigiotti – Nonno Hollywood
  • Nino D’Angelo e Livio Cori – Un’altra luce
  • Einar
  • Mahmood

Le polemiche

© Facebook / Matteo Salvini

Non c’è Sanremo senza polemica e anche quest’anno si parte bene. Claudio Baglioni è stato coinvolto in una discussione con Matteo Salvini, ennesima riprova dell’interferenza della politica nel Festival. Interpellato sul caso delle navi Sea Watch e Sea Eye, il direttore artistico ha dichiarato che non ritiene che l’attuale Governo, come i precedenti, possa essere all’altezza della situazione. La risposta (pacata) di Claudio Baglioni, non è piaciuta a Matteo Salvini. Il Ministro dell’Interno ha replicato, come ama fare, via Twitter, scrivendo che “I cantanti cantano, i ministri parlano“. La risposta di Baglioni non è piaciuta, tra gli altri, alla direttrice di Rai 1 Teresa De Santis. L’idea generale è che a Sanremo non debbano essere trattati temi politici ma l’attualità è sempre stata un elemento fondamentale del Festival, anche all’interno dei brani stessi. Basti pensare allo splendido monologo di Pierfrancesco Favino a Sanremo 2018.

Gli esclusi

© Facebook / Pierdavide Carone

L’amarezza di chi non sarà sul palco quest’anno è rappresentata in primis da Pierdavide Carone. Per ogni edizione vengono considerati molti brani, poi sottoposti a una selezione. Carone ha visto scartare il brano realizzato con i Dear Jack incentrato sul delicato tema della pedofilia. Deluso per la decisione, si è scagliato contro il direttore artistico e ha dichiarato:

Con il direttore artistico di Sanremo c’era un rapporto di stima, abbiamo anche duettato insieme. È un cantautore e mi sarei aspettato più empatia visto il tema del brano.

Non esiste, poi, tema più attuale dell’immigrazione, al centro del brano presentato dai New Trolls. Anche loro sono stati scartati dalla selezione e si sono lasciati andare ad uno sfogo contro Baglioni:

Nessuno ha chiamato, mai, ne ci è stato spiegato il perchè dell’esclusione. Solo quando sono stati resi noti i nomi dei partecipanti a questa edizione di Sanremo abbiamo capito di non essere stati selezionati. Non mi sembra corretto, mi aspettavo che Baglioni ci chiamasse o almeno ci facesse chiamare.

Le cifre

© Facebook / Claudio Baglioni

Come ogni anno, incuriosiscono non poco le cifre sborsate per conduttori e artisti. Secondo quanto riportato da Radio 105, il Festival di Sanremo 2019 costerà intorno ai 12 milioni di euro. Nessun dato è certo ma per quanto riguarda la conduzione, il direttore artistico Claudio Baglioni potrebbe intascare 800 mila euro. Claudio Bisio la metà e Virginia Raffaele 300 mila euro. Si sa ancora poco o niente sugli ospiti, italiani e internazionali, che calcheranno il palco dell’Ariston. Per loro il cachet potrebbe oscillare dai 20 ai 50 mila euro.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.