Dopo il parere favorevole del Parlamento francese sulle norme antipirateria che prevedevano sanzioni per coloro che effettuano download illegale, l’Hadopi, ovvero l’autorità amministrativa istituita per individuare gli utenti
trasgressori“, ha ricevuto un secco no dalla Corte Costituzionale francese.

Internet è una componente della libertà di espressione e di consumo e nel diritto francese c’è la presunzione d’innocenza” per cui “solo il giudice può pronunciare una sanzione, e solo dopo aver stabilito che si tratta di illegalità“- questo l’intervento della Corte Costituzionale.
Dunque la legge di Sarkozy è da rifare.

L’unica azione che possono svolgere le major è quella di avvertire e diffidare l’utente in caso di ripetuti download illegali.

Esultano i socialisti francesi che, dopo l’approvazione della legge da parte del Parlamento francese, avevano dichiarato di rivoldersi alla Corte Costituzionale in quanto ritenevano tale provvedimento “assurdo e inapplicabile“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.