Jamendo è la nuova piattaforma musicale che permette di ascoltare e scaricare musica di artisti per lo più sconosciuti.
Tutta la musica disponibile su Jamendo è distribuita sotto una licenza libera, Creative Commons o Free Art License. I file audio sono distribuiti nel doppio formato Ogg Vorbis ed MP3, il loro download è effettuabile da web tramite HTTP, da rete eDonkey o da BitTorrent.
Questo servizio  da la possibilità agli artisti di pubblicare le proprie canzoni così da farsi conoscere e votare i propri album dagli utenti.
Per innescare il meccanismo di business di Jamendo gli artisti possono scegliere tra due programmi: le donazioni o la pubblicità.
Nel primo caso l’artista riceverà la donazione, minima di 5 euro, meno 0,5 euro che andranno nelle casse di Jamendo, mentre nel secondo caso l’artista e Jamendo divideranno in parti uguali il guadagno proveniente dalla pubblicità on line.
Tutto ciò è assolutamente gratuito per gli utenti che dunque possono ascoltare e scaricare gli album preferiti ogni qualvolta lo desiderano.
Il sito è al momento disponibile in diverse lingue, anche se non tutte completamente tradotte, oltre all’Italiano è presente l’Inglese, il Tedesco, lo Spagnolo, il Francese, il Polacco, il Portoghese, il Russo ed infine il Turco.
Inoltre Jamendo si integra bene con diversi software, tra cui:Rhythmbox, Amarok,HO Player, Ruja, Music4Wii, nstnt player e SongBird.
Per quanto riguarda gli sviluppatori, Jamendo mette a disposizione un proprio set di API, che per facilitare il lavoro degli sviluppatori sono anche compatibili con quelle di Flicrk, Last Fm e AudioScrobbler, oltre a fornire un dump del database di tutti i dati, ciò rende possibile l’utilizzo di applicazione e mashup esistenti con poche e semplici modifiche.
Jamendo, quindi, può essere un’ottima scelta per chi ama la musica.

[via The Brain Machine]

Rispondi