Dopo che Mike Portnoy aveva annunciato la sua collaborazione con gli Avenged Sevenfold per la registrazione del nuovo album “Nightmare” e il tour 2011 con conseguente abbandono dei Dream Theater, il gruppo di James LaBrie si era messo alla ricerca di un nuovo batterista.

Oggi il cantante dei  Dream Theater, in un’intervista concessa a Ultimate-Guitar.com racconta la vicenda dal punto di vista del gruppo.

LaBrie dichiara che all’inizio non era chiaro a nessuno dei membri che quello di Portnoy era un vero e proprio abbandono, avendo  dato  per scontato che il batterista sarebbe ritornato quando il progetto con gli Avenged Sevenfold si fosse conluso: “siamo tutti perfettamente in grado di fare musica individualmente. Per esempio, il mio secondo album da solista, “Static Impulse”, e varie cose che abbiamo fatto pur restando all’interno di Dream Theater. E ‘davvero un peccato che a questo punto ,questo uomo,  Mike, abbia deciso di percorrere una via separata”- ha ammesso LaBrie, non avendo percepito alcun indizio circa la volontà di Portnoy di voler lasciare il gruppo.

Fatto sta che i Dream Theater non si sono arresi: “penso che sia importante ricordare che ci sono ancora i quattro quinti della band” afferma battagliero LaBrie, a sentitre il quale  è in programma anche un nuovo album a cui si inizierà a lavorare a gennaio, oltre alla partecipazione nel 2011 ad una serie di festival estivi.

E intanto il gruppo è ancora alla ricerca di un nuovo batterista : “A questo punto il nostro obiettivo è quello di trovare un batterista con cui ci sia feeling e che sia capace di suonare come Mike che è un batterista incredibile”.

Rispondi