Michael JacksonL’FBI ha pubblicato 333 pagine di documenti su Michael Jackson diviso in sette sezioni. Le sezioni comprendono le due accuse di pedofilia contro il King of Pop (una nel 1993 e l’altra nel 2004) oltre ad un tentativo di estorsione ai danni dell’artista.
Dai documenti emerge che l’FBI incontrò nel 2004 il ragazzo che aveva accusato Jacko nel 1993, del quale non viene svelato il nome, che avrebbe detto “di essere convinto di aver fatto la sua parte“, probabilmente riferendosi alle su etestimonianze prima che si raggiungesse l’accordo con il cantante (si parlò di 20 milioni di dollari).

Oltre ai fatti noti, dal dossier emergono anche altre inchieste di cui non si è mai parlato, come quella relativa al presunto materiale pedopornografico che Jacko possedeva (ma visto che l’inchiesta non andò avanti, si presume si trattasse di materiale legale).
Infine ci sono dei particolari sulla vicenda di Frank Paul Jones, condannato nel 1993 per stalking nei confronti di Janet Jackson per aver minacciato di compiere un omicidio di massa ad un concerto di Michael. In una lettera del 21 maggio 1992 Jones minacciava di uccidere Michael se non avesse ricevuto i suoi soldi.

2 Commenti

  1. Si prega in futuro di avere un po’ più di rispetto nei confronti di Mr. Michael Jackson e di non usare l’appellativo dispregiativo coniato dai giornali inglesi “Jacko” che Mr: Jackson odiava in quanto molto mancava di rispetto. Inoltro penso che sia doveroso avere rispetto per le persone che nella loro vita hanno scritto pagine di storia e che ne scriveranno ancora. Egli è stato, è e sarà sempre Mr. Michael Jackson, Michael J. Jackson o tutto al più MJ, ma mai “Jacko”.
    Grazie e buone feste.

    • @Morgana: in realtà era il termine “Wacko Jacko” completo che Michael Jackson detestava. Inoltre io non capisco perchè se i giornalisti lo chiamano “Il Re del Pop” allora soon delle ottime persone, altrimente sono pessime.

      P.S. nota stretamente personale: alla maggior parte di persone quando ho detto MJ hanno pensato Michael Jordan.

Rispondi