Gli scandali che sconvolgono  i potenti del nostro  belpaese hanno attraversato i confini italiani e superato quelli della politica, investendo il mondo della musica.

Ultime in ordine di tempo, dopo quelle  di  Brian Molko dei Placebo e di Manu Chao, si registrano le parole  di Muse e Metallica che sono intervenuti con  dichiarazioni riportate nel libro di Klaus Davi intitolato “Porca Italia – Cosa dicono (e pensano) di noi nel mondo“, sull’attuale premier italiano.

Kirk Hammett dei Metallica considera “l’eccessivo potere” di Berlusconi “pericoloso”: “Mi spaventa che Berlusconi possa allo stesso tempo possedere i media e guidare il Paese. E’ un uomo imbarazzante. Da noi non potrebbe mai succedere quanto accade politicamente da voi“,  ha aggiunto  Hammett.

Il nostro presidente del consiglio è “bizzarro” per Matt Bellamy , frontman dei Muse che ha dichiarato: “Trovo molto strano che uno come lui possa essere un leader politico. All’estero nessuno può credere che sia davvero lui il premier“.

La risposta della politica non si è fatta attendere. Alessandra Mussolini tramite  Facebook ha esposto il suo punto di vista: “questi signori parlano evidentemente sotto l’effetto dei fumi. Il 6 luglio sarò a Milano a fargli l’antidoping”- aggiunge la Mussolini in riferimento al concerto di Luglio della band di Hammett.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.