Sono arrivati in ritardo alla conferenza stampa, perché assediati da centinaia di fan che sono andati a vederli alla Feltrinelli RED: i Subsonica sono stati accolti più che calorosamente dal pubblico fiorentino, che li vedrà protagonisti assoluti il prossimo 28 novembre.
Una nave in una foresta” è il nuovo album del gruppo torinese e sta già riscuotendo successo su iTunes, dal prossimo 31 ottobre inizierà il tour all’interno dei Palasport, ciò significa che negli anni il successo dei Subsonica è andato sempre crescendo e il gruppo è riuscito a costruire un consistente seguito di fan senza mai cadere nella banalità della musica commerciale.

Si è parlato di un tour ambizioso e soprattutto della voglia di sperimentare del gruppo, tornato a tre anni di distanza da “Eden“. Max Casacci e Samuel raccontano soddisfatti cosa vedremo nel loro tour, che prenderà il via a Jesolo e toccherà Firenze il 28 novembre (Mandela forum):

Questo tour è il più ambizioso, tecnologico e sorprendente rispetto a quello che abbiamo mai fatto negli anni. Sarà un palco con superfici mobili e ci sarà un impianto a luci interamente composto da led e senza lampade ad incandescenza, così da abbattere l’impatto sull’ambiente.

Subsonica a Firenze | © MelodicaMente
Subsonica a Firenze | © MelodicaMente

Attenzione quindi all’ambiente, in un momento in cui tutti si stanno rendendo conto dell’importanza che ha il comportamento dell’uomo sulla natura. E ancora, i Subsonica ci tengono a chiarire che per la prima volta in Italia viene utilizzato un impianto di questo tipo, prima d’ora lo avevano fatto solo i Radiohead.

Per quanto riguarda l’album, “Una nave in una foresta“, il titolo deriva dal detto piemontese “Una barca nel bosco“, rivisitato per l’album che come il titolo stesso “rappresenta un sentimento di spaesamento che abbiamo riscontrato in tantissime persone che abbiamo incontrato in tutta Italia e lo abbiamo costruito pensando a questo presente abbastanza complicato in maniera forte. Questo album è una reazione a questo“.

I Subsonica si sono ritrovati a lavorare con “Una nave in una foresta” dopo aver seguito individualmente le loro vite e i loro progetti per qualche anno. L’album conta una sola collaborazione, quella con Michelangelo Pistoletto ne “Il terzo paradiso”, e si apre con una dedica a Don Gallo. Altra cosa da non tralasciare è il prezzo del biglietto, fissato a 20 euro (+ prevendita) per far sì che nessuno sia escluso dalla grande festa elettronica.

Una nave in una foresta
Una nave in una foresta

Tracklist:

1. Una nave in una foresta

2. Tra le labbra

3. Lazzaro

4. Attacca il Panico

5. Di domenica

6. I cerchi degli alberi

7. Specchio

8. Ritmo Abarth

9. Licantropia

10. Il Terzo Paradiso

Rispondi