Ozzy Osbourne ha una rubrica di salute sul Sunday Times. E già questo dovrebbe far riflettere, dato che il cantante non ha mai fatto mistero di un pensiero che lo accompagna spesso: “è una fortuna che io sia ancora vivo dopo decenni di abuso di sostanze, alcool e  sesso occasionale. Una volta morto dovrei donare il mio corpo al Museo delle scienze naturali”– ha detto più volte Ozzy. Ma la notizia non è questa!

In un numero recente della sua  rubrica l’ex Black Sabbath, ormai 62enne, ha parlato dei suoi funerali: “Non mi interessa ciò che suonano al mio funerale, possono mettere su un medley di Justin Bieber, Susan Boyle e We Are The Diddymen se questo li fa felici,  ma voglio essere certo che sia una festa. Mi piacerebbe che ci fossero degli  scherzi: magari il suono di colpi dall’interno della bara, o un video in cui  chiedo al mio medico un secondo parere sulle cause della morte”.

Una sorta di macabro  testamento, che non deve stupire, sapendo di chi si parla:  un uomo che, secondo quanto da lui stesso confermato, ha staccato con un morso la testa ad un pipistrello vivo, pensando che si trattasse di un giocattolo di gomma, lanciato sul palco durante un live.

“Quando mi venne proposta la rubrica medica, ho pensato che mi stessero prendendo per il culo, ad essere onesti. Ma poi ho pensato ha perfettamente senso: ho visto letteralmente migliaia di medici nella mia vita, al punto che a volte credo di saperne di più di quelli che fanno i medici”- ha detto il cantante, orgoglioso di essere chiamato Dr Ozzy.



Rispondi