Non ci sono più i concerti di una volta, non ci sono più le fan che lanciano reggiseni sul palco al loro beniamino di turno: ora è il momento dei kiwi.

Sì, è successo davvero e per questo Harry Styles ha rischiato di farsi seriamente male. L’ex cantante dei One Direction ha intrapreso con successo la sua carriera da solista e tra i suoi brani ce n’è uno intitolato “Kiwi”. Per omaggiarlo i fan dell’artista britannico hanno iniziato a portare dei kiwi durante i concerti, che poi lanciano sul palco. È successo, però, che durante l’esibizione all’Hammersmith Apollo di Londra il cantante ha rischiato di farsi male. Stava cantando proprio “Kiwi“, Harry Styles è scivolato ma è riuscito a mantenere l’equilibrio e poi ha ironizzato sull’accaduto.

In attesa dell’arrivo di Harry Styles a Manchester, il supermercato Asda ha deciso di non vendere kiwi a persone sotto i 25 anni. Sembra assurdo ma sta succedendo davvero, un portavoce ha dichiarato di voler proteggere il cantante da un possibile infortunio. Per evitare che Harry Styles possa scivolare, e stavolta farsi male per davvero, dalla catena di supermercati hanno deciso di prendere questo provvedimento. Considerata l’età media dei fan di Harry Styles, hanno quindi pensato di non vendere kiwi a persone al di sotto dei 25 anni.

Una cosa simile è successa a Leeds la scorsa estate, quando gli organizzatori hanno dovuto bandire l’ananas all’evento. Molti fan dei Glass Animals avevano infatti intenzione di omaggiare la band per il brano “Pork soda“, che recita nell’intro “Pinapples are in my head”. Il rischio era che delle ananas arrivassero davvero addosso a qualcuno e l’ananas è decisamente più pesante di un kiwi. Ma chissà se il provvedimento del supermercato sarà sufficiente a difendere Harry Styles? Il giovane artista di recente si è dovuto confrontare anche con delle fan un po’ troppo invadenti. Quando si è avvicinato alla prima fila durante il concerto all’Hollywood Bowl di Los Angeles, alcune fan non hanno esitato a toccarlo anche nelle parti intime.

Rispondi