Il 7 giugno allo Stadio San Paolo di Napoli si terrà “Pino è”, un grande tributo live della musica italiana alla memoria dell’indimenticato Pino Daniele scomparso il 4 gennaio 2015. E continua a crescere il numero di star coinvolte in questo progetto.

Gli ultimi ad aggiungersi in tal senso sono i Vaimò e i Nero a Metà, le due band storiche di Pino Daniele con i quali ha iniziato la sua carriera: il supergruppo Vaimò con il quale Pino Daniele realizzò il disco omonimo nel 1981 era composto dal sassofonista James Senese, dal percussionista Tony Esposito, dal contrabbassista Rino Zurzolo (morto il 30 aprile 2017 per un male incurabile), dal batterista Tullio De Piscopo e dal tastierista Joe Amoruso (la sua presenza al momento è molto incerta in quanto il musicista da dicembre è in stato di coma e solo da alcune settimane è passato in stato di semicoma). Questa formazione, riunitasi nel settembre dello stesso anno riuscì a riempire piazza del Plebiscito con un pubblico di 200mila persone. La storica band dei Nero a Metà, il terzo disco del cantautore del 1980, era composta dal bassista Gigi Di Rienzo, dal percussionista Rosario Jermano, dal batterista Agostino Marangolo e dal tastierista Ernesto Vitolo. In quella band c’era anche  Enzo Avitabile ai cori, amico fraterno di Pino con il quale Pino Daniele iniziò a fare musica nella band Batracomiomachia nelle grotte di tufo del rione Sanità.

Più che colleghi in questo caso si deve parlare di amici che hanno condiviso con Pino Daniele momenti di musica e di vita indimenticabili agli albori di quella che sarebbe stata una carriera di 40 anni di successi del cantautore napoletano. I loro nomi ai aggiungono a quelli degli artisti già confermati e annunciati lo scorso 26 febbraio: Biagio Antonacci, Claudio Baglioni, Mario Biondi, Francesco De Gregori, Elisa, Emma, Giorgia, Jovanotti, Fiorella Mannoia, Gianna Nannini, Eros Ramazzotti e Giuliano Sangiorgi. E altri nomi probabilmente verranno ad aggiungersi.

Rispondi