In seguito all’infortunio accorso pochi giorni fa a Bono Vox, leader degli U2, e che l’ha visto sottoporsi ad un intervento chirurgico alla schiena, la band ha dovuto spostare sedici date del tour nordamericano e la partecipazione al festival di Glastonbury, The Edge, ha rilasciato un’intervista all’emittente radiofonica KROQ-FM di Los Angeles in cui dichiarato:
Siamo sicuri al 95% che Bono tornerà in tempo per il tour europeo. I medici parlano di ‘minimo otto settimane’. Cioé, io Bono lo conosco, dovremo incatenarlo per impedirgli di tornare sul palco. Direi che per metà agosto dovremmo farcela“.

Lo stesso chitarrista ha poi pubblicato un video su U2.com in cui ha rassicurato i fan sulle condizioni del carismatico frontman della band.

“Mi trovo a New york dove fino a qualche giorno fa ero pronto per iniziare il tour, dopo l’infortunio a Bono ho avuto notizia che non sarà in grado di affrontare la prima leg del tour. Ho telefonato a Bono qualche ora dopo l’operazione ma lui non ricorda nulla di quanto ci siamo detti… Peccato… mi aveva promesso alcuni quadri di valore, la sua automobile […]. Lui si stava preparando al tour, ma non si è accorto che probabilmente stava esagerando; quando ha capito che non camminava più di tanto ha chiamato il dottore che per fortuna ha capito il suo problema. Ora ciò che è importante è che lui segua le regole impostagli dai medici, soprattutto che mantenga fede al programma di riabilitazione. Ci teniamo a dire che non abbiamo annullato il tour, ma solo posticipato alcune date. Torneremo il prima possibile, anzi, sono quasi certo che faremo qualche “tappa” in Europa per prepararci alla data di Torino. Stiamo lavorando a nuove canzoni e ne staiamo scrivendo alcune per il prossimo album. Abbiamo intenzione di suonare live alcuni pezzi nuovi“.

[Via: U2Place]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.