u2Se per alcune band è tempo di reunion per altre si pensa a sciogliersi. E’ quanto dichiarato in questi giorni da Larry Mullen, storico batterista degli U2 che sta insistendo con i bandmate affinchè la band si sciolga  prima che cominci l’inevitabile perdita di popolarità. Queste le sue dichiarazioni che stanno facendo tremare milioni di fans in tutto il mondo: “C’è un momento in cui è meglio dirsi: ‘È ora di andare’. È più vantaggioso ritirarsi quando sei nel pieno del successo anziché aspettare l’inizio del declino. Questo per me sarebbe davvero triste. Bisogna chiudere il sipario in tempo utile”.
Nel caso in cui Bono e soci  decidessero di sciogliersi, sarebbe una scelta definitiva senza possibilità di reunion:“Potremmo considerare un come back nei prossimi cinque anni e comporre qualcosa di nuovo. Sarebbe un happy end perfetto per la nostra carriera. Ma sappiamo bene che non si può restare famosi in eterno. Tutto finisce.”
Noi ci auguriamo che questo abbandono avvenga il più tardi possibile, e intanto attendiamo con ansia di vederli in concerto il 7 e l’ 8 Luglio a San Siro

Rispondi