News

Pubblicato il gennaio 27th, 2014 | da Angelo Moraca

0

Grammy Awards 2014, il video racconto della serata

Si è svolta questa notte allo Staples Centre di Los Angeles la 56° edizione dei Grammy Awards, una delle manifestazioni più importanti del panorama musicale mondiale che ha visto quest’anno vincitori per la maggiore i Daft Punk che hanno collezionato ben 4 Grammy. Live-set, premiazioni, performance e sorprese hanno scandito il fluire della serata: la 56° edizione dei Grammy Awards è stata trasmessa dall’emittente americana CBS e sul palco si sono alternati artisti e musicisti del calibro di Paul McCartney e Ringo Starr, Jay-Z e Beyoncé, Pink, Stevie Wonder, i Metallica, Lorde e non ultima la presenza confermata di Madonna.

 

Daft Punk  premiati ai Grammy Awards 2014| © FREDERIC J. BROWN/AFP/Getty Images

Daft Punk premiati ai Grammy Awards 2014| © FREDERIC J. BROWN/AFP/Getty Images

La serata è stata divisa in due fasi: la prima denominata pre-telecast non trasmessa in diretta tv che ha visto numerose premiazioni delle categorie denominate minori; la seconda trasmessa in diretta tv ha visto sul palco (oltre quelli già citati) anche Dave Grohl con Lindsay Buckingham dei Fleetwood Mac unitisi ai Queens of Stone Age e i Nine Inch Nails per un’esibizione purtroppo troncata sul finale dall’emtittente televisiva a tal punto da far infuriare il frontman nei Nine Inch Nails.

Passerella sul tappeto rosso come da copione e via alle danze con la presentatrice Cindy Lauper per le premiazioni delle categorie considerate minori: il premio Best World Music Album va ai Gipsy Kings per “Savor Flamenco”, a Ziggy Marley va il premio Best Reggae Album per il suo “Ziggy Marley in Concert”, Michael Bublè ritira il premio Best Traditional Pop Vocal Album per il suo “To be Loved” e primo premio ritirato per i Daft Punk con “Random Access Memories” per la categoria Best Engenereed Album.

Prima dell’esibizione di Ben Harper in coppia con Charlie Musselwhite premiati, poi, per “Get Up” nella sezione Best Blues Album, Butch Vig e Paul Epworth hanno ricevuto rispettivamente un grammy a testa per “Soundcity – Real to Reel” nella sezione Best Compilation Soundtrack, il primo, e per “Skyfall” di Adele nella categoria Best Song Written For Visual Media, il secondo. Sul fine prime tempo (il pre-telecast, ndR) conquistano l’ambito premio “Pusher Love Girl” di Just Timberlake per la categoria Best R’n’B Song, l’album “Unapologetic” di Rhianna per la categoria Best Urban Contemporary Album e “Girl on Fire” di Alicia Keys per la categoria Best R&B Album. Pluripremiati Macklemore e Ryan Lewis per la categoria Best Rap Song e Best Rap Performance con la loro “Thrift Shop” e Best Rap Album per “The Heist”. Infine ancora i Daft Punk premiati per “Random Access Memories” per la categoria Best Dance/Electronica Album.

Beyoncé - Grammy Awards | © JOE KLAMAR / Getty Images

Beyoncé – Grammy Awards | © JOE KLAMAR / Getty Images

Prima di entrare nel vivo della serata c’è il tempo per premiare i Led Zeppelin nella categoria Best Rock Album per il loro “Celebration Day”, i Black Sabbath con “God is Dead” per la categoria Best Metal Performance, Paul McCartney con il suo “Live Kisses” nella categoria Best Music Film e Pharrell Williams si aggiudica il premio Producer of the Year prima di lasciare il posto a Jay-Z e Beyoncé con “Drunk in Love”

Macklemore & Ryan Lewis premiati per la categoria Best New Artist torneranno sul palco in seguito (esibizione tutta da vedere, ndR) mentre lo spazio è occupato da Lorde con la sua “Royals” prima della premiazione dei Daft Punk con Nile Rodgers per “Get Lucky”.

Mentre “Cut Me Some Slack” è nominata Best Rock Song (a ritirare il premio c’erano oltre a Dave Grohl anche Krist Novoselic e Pat Smear), Pink si esibisce sul palco dello Staples Centre con Nate Ruess in una performance stile antigravity con le sue “Try” e “Just give me a reason” mentre Lorde riceve il premio come Best Pop Solo Performance son la sua “Royals” prima di accogliere sul palco Ringo Starr e Paul McCartney…

Infine le ultime esibizioni che hanno destato letteralmente scompiglio allo Staples Centre di Los Angeles: la prima che vede Pharrell Williams alla voce, Nile Rodgers alla chitarra e Stevie Wonder al piano che eseguono una versione di “Get Lucky” dei Daft Punk (anche loro presenti sul palco), i Metallica esibitisi con il pianista Lang Lang, una toccante versione di “Same Love” di Macklemore e Ryan Lewis raggiunti sul palco da Madonna che sul finale intona la sua “Open Your Heart” e, infine, il supergruppo formato da Dave Grohl con Lindsay Buckingham dei Fleetwood Mac, Queens of Stone Age e i Nine Inch Nails tagliata sul finale a tal punto da far imbestialire Trent Reznor.

 

 

Elenco dei premiati ai Grammy Awards 2014

– Album dell’anno

Sara Bareilles, The blessed unrest
Daft Punk, Random access memories
Kendrick Lamar, good kid, m.A.A.d city
Macklemore & Ryan Lewis, The heist
Taylor Swift, Red

– Registrazione dell’anno

Daft Punk e Pharrell Williams, Get lucky
Imagine Dragons, Radioactive
Lorde, Royals
Bruno Mars, Locked out of heaven
Robin Thicke, Blurred lines

– Canzone dell’anno

Pink e Nate Ruess, Just give me a reason
Bruno Mars, Locked out of heaven
Katy Perry, Roar
Lorde, Royals
Macklemore & Ryan Lewis, Same love

– Artista emergente

James Blake
Kendrick Lamar
Macklemore & Ryan Lewis
Kacey Musgraves
Ed Sheeran

– Album rock

Black Sabbath, 13
David Bowie, The next day 
Kings of Leon, Mechanical bull 
Led Zeppelin, Celebration day 
Queens of the Stone Age, …Like clockwork 
Neil Young & Crazy Horse, Psychedelic pill

– Canzone rock

Gary Clark Jr., Ain’t messin’ ’round
Paul McCartney, Dave Grohl, Krist Novoselic e Pat Smear, Cut me some slack
The Rolling Stones, Doom and gloom
Black Sabbath, God is dead? 
Muse, Panic station

– Album alternative

Neko Case, The worse things get, the harder I fight, the harder I fight, the more I love you
The National, Trouble will find me
Nine Inch Nails, Hesitation marks 
Tame Impala, Lonerism 
Vampire Weekend, Modern vampires of the city

– Album dance

Daft Punk, Random access memories
Disclosure, Settle
Calvin Harris, 18 months
Kaskade, Atmosphere
Pretty Lights, A color map of the sun

– Album rap

Drake, Nothing was the same
Jay Z, Magna Carta Holy Grail
Kendrick Lamar, good kid, m.A.A.d city 
Macklemore & Ryan Lewis, The heist 
Kanye West, Yeezus

 

 

 

Tags: , , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi