News no image

Pubblicato il marzo 19th, 2010 | da Mara Parlongo

1

Lady GaGa: arriva anche la denuncia

Il tornado Lady GaGa, ormai ha veramente conquistato tutti, nel bene e nel male, infatti tutti ne parlano, o per i suoi stravaganti modi di essere, o per le bizzarrie nel vestire, o semplicemente per la passione e l’ironia che mette in tutto ciò che fa, Lady GaGa è sicuramente all’apice del suo successo.

Ora, la piccola Miss Paparazzi continua a far parlare di sè, ma stavolta per una inaspettata denuncia, la cantante infatti è stata citata da un compositore e produttore che afferma di averla scoperta e di esser stato messo da parte nel momento in cui la ragazza aveva intrapreso la “retta via”.

L’atto legale è depositato presso il tribunale di New York City, e il produttore, certo Rob Fusari, chiede all’artista la somma di 35 milioni di dollari. Inoltre Fusari avrebbe dichiarato di averla scoperta nel marzo 2006, tuttavia ad un primo ascolto non gli era piaciuta, ma risentendola nei suoi studi nel New Jersey, capii le grandi capacità della cantante, convincendola a passare alla dance e abbandonare il rock, e componendo insieme varie canzoni, tra le quali ci sarebbe anche “Paparazzi“.

In seguito, però la relazione tra la giovane GaGa e questo Fusari, si trasformò in sentimentale, quindi Fusari passò Lady GaGa ad un collega, ma restando sempre legati anche da un accordo lavorativo visto che la cantante doveva versare il 20% a Rob Fusari; infatti la cantante, a tutt’oggi, ha versato al produttore circa 611.000 dollari, ma tuttavia questo 20%, ancora non gli è stato riconosciuto per intero.

Tags: , , , ,


Informazioni sull'Autore



One Response to Lady GaGa: arriva anche la denuncia

  1. LiTTLE MONS†ER says:

    Fusari 6 1 fallito!! nessuna carta afferma ke la somma nn gli è stata riconosciuta x intero,cerca di accapararsi tutto ciò che può dal vero talento finchè ji è possibile,inventandosi anke di avere creato 1 personaggio come LADY GAGA..ma vai a lavorareee

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi