I The Birthday Massacre, formazione canadese molto famosa nell’ambito del gothic rock, ha da poco terminato una campagna di crowdfunding per la pubblicazione del suo nuovo disco.

Il gruppo, guidato dalla cantante Chibi e composto da Rainbow (chitarra ritmica), Falcore (chitarra), Rhim (batteria), Owen (tastiere) e Nate Manor (basso), ha da poco dato alle stampe la loro prima compilation, una riedizione del proprio disco di esordio “Imagica” del 1999 contenente 11 tracce: nell’album sono presenti la rimasterizzazione delle quattro canzoni originarie del demo più altre canzoni entrate poi negli altri dischi come “Happy birthday“, “Play dead” e “Remember me“. Nel disco sono anche presenti due cover, quella di “Open your heart” di Madonna e “From out of nowhere” dei Faith no More.

Il gruppo goth rock dell’Ontario ha deciso contemporaneamente di lanciare una campagna sul sito di crowdfunding PledgeMusic.com per il loro ottavo album in studio: la band non è nuova a queste trovate visto che il disco precedente, “Superstition“, era stata in parte finanziato sempre da un progetto similare sullo stesso sito in collaborazione con la loro etichetta, la Metropolis Records.

Con queste parole il gruppo presentava il progetto musicale: “Grazie per essere qui. Allora, abbiamo un nuovo intero gruppo di canzoni e siamo abbastanza eccitati dal loro sound. Le abbiamo raggruppate e abbiamo pensato “Cosa succederebbe se i fans potessero interagire con noi ed essere parte del processo di creazione del nuovo disco? E allora stiamo facendo proprio questo. Durante tutto il processo, voi avrete accesso a tutti gli aggiornamenti che faremo che vi porteranno direttamente con noi nello studio e vi renderanno capaci sentire e vedere come si sviluppa il tutto. Con il vostro aiuto, sappiamo che questo sarà il nostro migliore disco.

La band è riuscita a replicare il successo del precedente tentativo e l’obiettivo di finanziamento della band è stato raggiunto in un solo giorno, quindi dovrebbe essere rispettata la data di release, ovvero l’11 novembre. Il progetto è stato anche un’occasione per mettere in contatto la band e i suoi fans durante tutta la fase di registrazione e produzione del disco.

Rispondi