Il comune di Bologna ha deciso che le manifestazioni di “Bolognaestate” sono e rimangono sospese. Negli scorsi giorni si era parlato di una deroga possibile solo per alcune manifestazioni ma sembra che attualmente il comune abbia posto un veto per il luogo e la musica dal vivo, almeno per quest’anno. La posizione del comune, si legge dal comunicato diffuso, rimane immutata e quindi “tutte le manifestazioni di Bolognaestate 2012 che prevedono musica dal vivo all’aperto rimangono sospese”. L’annullamento dei concerti nella cittadina si sta diffondendo a macchia d’olio e proprio poche ore fa è arrivata la conferma che anche le serate dell’orchestra e del coro programmate in Piazza Verdi non si faranno. Giuseppe Sisti ha spiegato la questione con le seguenti parole:

Noi non ce l’abbiamo con i concerti, con la musica classica o con il rock… ma con un metodo adottato dal Comune che ha portato per due mesi a vessare i residenti di piazza Verdi, un metodo adottato fuori dalle regole, come dimostra la sentenza del Tar, e in barba ai residenti.  Tanto che se il 14 agosto, l’orchestra del Teatro comunale suonasse in piazza Verdi a noi non darebbe il minimo fastidio. Io però mi domando che senso abbia fare quel genere di musica in mezzo a gente che beve, urla e schiamazza.

Orchestra sinfonica
Orchestra sinfonica | © FETHI BELAID/AFP/GettyImages

Ancora una volta si vengono a sommare interessi provenienti da diverse parti e la soluzione, almeno seguendo il trend attuale è sempre quella di sacrificare l’intrattenimento.

Sembra dunque che Bologna, durante questa estate vivrà di meno musica dal vivo e soprattutto essa sarà bandita nella tanto discussa Piazza Verdi. Il comune sembra, seguendo le parole diffuse, irremovibile nel trovare altre soluzioni meno dirette e quindi per quest’anno la faccenda si è chiusa con un lapidario annullamento.

Per coloro che non si vorranno perdere la musica classica e l’Orchestra nonché il coro del teatro esso sarà impegnato a Pesaro per l’inaugurazione della XXXIII Edizione del Rossini Opera Festival e a Bologna nel Cortile del Piccolo Teatro del Braccano. Con veto su Piazza Verdi, il tutto si svolgerà altrove, con benestare dei cittadini i quali si erano lamentati del superamento dei limiti di decibel.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.