News

Pubblicato il febbraio 22nd, 2012 | da Vittoria Borgese

0

Blur, il ritorno sul palco dei Brit Awards 2012

Si è svolta ieri sera in diretta dall’O2 Arena di Londra la cerimonia di consegna dei Brit Awards 2012, prestigioso premio britannico giunto ormai alla 32esima edizione: i riconoscimenti, assegnati dalla British Phonographic Industry, sono stati consegnati nell’ambito di uno spettacolo che ha visto sul palco, tra le altre,  le performance di Adele, Bruno Mars, Coldplay, Rihanna, Florence and the Machine e  Noel Gallagher oltre ovviamente all’attesa esibizione dei Blur  di Damon Albarn che non si vedevamo dal vivo dal 2009.

Ieri sera abbiamo assistito dunque al trionfo dell’immancabile Adele, a cui è andata la vittoria in due importanti categorie ( migliore artista femminile e miglior album inglese dell’anno per “21“)  ma anche alla premiazione di un volto giovane, Ed Sheeran, premiato nelle categorie British Male Solo Artist e British Breakthrough Act. Lo show di ieri era comunque molto atteso per il ritorno dei Blur, che dopo aver annunciato solo ieri, la loro partecipazione al concerto che si terrà il 12 Agosto in conclusione dei Giochi Olimpici, sono saliti sul palco dell’O2 Arena per ricevere un premio (Outstanding Contribution to Music) per il loro contributo alla musica.

Damon Albarn - Blur sul palco dei Brit Awards 2012 | © LEON NEAL/AFP/Getty Images

I Blur hanno ricevuto il premio ricambiando le aspettative dei fan con un mini set di 5 pezzi ovvero “Girls & Boys”, “Song 2”, “Parklife”, “Tender” e “This Is a Low”, con cui hanno attinto al loro repertorio che ha fatto la storia del britpop anni Novanta. L’apertura è stata affidata a “Girls & Boys”, brano del 1994, primo singolo del terzo album della band “Parklife” seguita da “Song 2”, datata 1997 :

C’è stato poi posto per “Parklife“, brano che Albarn e soci hanno eseguito assieme all’attore Phil Daniels, che ha recitato alcuni versi comparendo anche nel videoclip che accompagnò il singolo, terzo estratto dell’omonimo album.

Un medley di alcuni tra i pezzi più importanti della carriera dei Blur che ha riacceso  i riflettori sul gruppo britannico salito sul palco dei Brit Awards per la prima volta dopo 17 anni; era infatti il lontano 1995 quando portarono a casa 4 statuette. Un’occasione che Albarn ha voluto ricordare ieri sera dicendo:

Sono passati 17 anni dall’ultima volta che siamo stati qui e  quello che è successo quella notte avrebbe avuto un  effetto molto profondo sulle  nostre vite. E’ molto bello essere tornati  e dirvi che vi ringraziamo molto per questo riconoscimento 

Sul palco dell’O2 Arena anche il goro gospel, il London Community Gospel, che ha affiancato i Blur nell’esecuzione di “Tender“, il gran finale con “This Is a Low

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore

Spirito pratico e razionale, ama la musica in tutte le sue forme come strada per lasciarsi andare alle emozioni. Condivisione e lavoro di squadra sono le sue parole d'ordine; Lenny Kravitz e Francesco De Gregori il suo debole.



Rispondi

Torna in alto ↑