Bruce Springsteen in vena di regali ai propri fan con una lettera scritta di proprio pugno, una versione studio registrata della canzone “Dream Baby Dream” con tanto di videoclip al seguito celebrativo il “Wrecking Ball Tour” che volge alla fine. La lettera non è autocelebrativa ma a nome suo e di tutta la E-Street Band, il management, gli operatori, e tutti coloro che hanno permesso la riuscita – e il successo – di questa trionfale tourneè che ancora bazzica qua e la in giro per il globo. La peculiarità dell’intera faccenda risiede nel fatto che alla lettera, Springsteen ha deciso di regalare ai fan una versione in studio della canzone “Dream Baby Dream” cui era solito proporre sul finale – in acustico – del suo “Devils and Dust Tour” del 2005.

Bruce Springsteen | © Cristina Quicler / Getty Images
Bruce Springsteen | © Cristina Quicler / Getty Images

Cominciamo subito col dire che la canzone in questione trattasi di una cover dei Suicide, rock band statunitense, il brano “Dream Baby Dream” trattasi di un estratto dal loro secondo album che Springsteen era solito proporre dal vivo in acustico durante il suo “Devils and Dust Tour” del 2005. Ma portiamo la nostra attenzione sulla lettera pubblicata oggi tramite la pagina Facebook ufficiale.

Bruce Springsteen - Lettera ai Fan - © Official Facebook
Bruce Springsteen – Lettera ai Fan – © Official Facebook

La lettera si divide in due parti: nella prima (dopo una piccola parentesi introduttiva) poche righe per ripercorrere questi due anni passati in giro per il globo tra concerti, pioggia, pubblico, elogio alla band e a questi 40 anni di carriera che hanno segnato più generazioni. Nella seconda parte, invece, tutta l’attenzione si sposta sui fan che lo hanno seguito ad ogni tappa del tour con particolare attenzione alle famiglie che hanno portato anche i loro figli a qualche concerto, ai ragazzi e ragazze che hanno solcato il palco con lui – a chiare lettere “You’re our future”. Un sentito ringraziamento, dunque, per la passione mostrata dai fan e per le emozioni suscitate. Infine ecco il video diretto da Thom Zimny sulle note di “Dream Baby Dream” con un piccolo tributo – anche – ai concerti italiani.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.