Rino Gaetano avrebbe compiuto oggi 60 anni, se quel 2 Giugno del 1981 non avesse perso la vita in un tragico incidente d’auto. E cosa avrebbe in più oggi la musica italiana non possiamo dirlo con certezza, ma sappiamo cosa il cantautore calabrese ha lasciato: canzoni graffianti e appassionate. La struggente ballata “Mio fratello è figlio unico” , la satira sociale in “Spendi Spandi Effendi” la poetica “Aida“, “Nuntereggae Più” un colossale sberleffo a ritmo di reggae e poi ancora “Gianna“,  “E io ci sto“, “Berta filava“, “Ma il cielo è sempre più blu” sono solo alcuni dei titoli di brani che hanno fatto la storia del cantautorato italiano.

Paladino del Sud e degli sfruttati, nemico dei politici, Rino Gaetano è uno dei cantautori più importanti e conosciuti degli anni ’70 che ha saputo immortalare, in canzoni che restano sempre attuali, l’Italia della lotta e delle P38, ha saputo fare denuncia sociale con l’ironia dei suoi testi, la sua aria scanzonata e la sua intelligenza.
Il nipote del cantante, che si esibirà in due concerti al ‘Big Mama’ di Roma con i suoi compagni della Rino Gaetano Band, lo ricorda così:

Mio zio ha saputo trasmettere la non discordia, l’armonia tra le persone, insomma la volontà di volersi bene“.

Nel 2007 la Rai volle rendere omaggio a questo straordinario cantautore originario di Crotone con una fiction che però suscitò il malcontento tra i familiari stessi di Rino per via dei contenuti che non hanno reso giustizia alla figura dell’artista.

Per omaggiarlo vi proponiamo uno dei brani più belli del compianto cantautore, “Aida

2 Commenti

  1. ho 54 anni e sono adulto da troppi anni ormai, tanto che non ricordo più quando sono stato ragazzo, spensierato e vivace….ma le canzoni di rino gaetano mi riportano indietro nel tempo, al tempo dei primi amorini, la sua voce mi ricorda l’adolescenza, breve e seria, dato che già lavoravo a 14 anni e mi scappa una lacrima…troppi rimpianti, troppe rinunce a causa delle ristrettezze economiche e la musica in tv mi dava un pochino di sollievo, rino gaetano era un genio, coraggioso e ribelle contro le angherie sociali e le ingiustizie in genere, davvero un grande uomo….è stata una perdita immensa per la mia crescita e oggi come allora io canto le sue canzoni, insieme al mio computer che mi sta aiutando a riscoprire tanti rino gaetano del mio triste a tratti ma vero, pieno e intenso passato.

Rispondi