Caparezza è da ieri in radio con il suo nuovo singolo “La fine di Gaia”, estratto da “Il Sogno Eretico“, il suo ultimo album pubblicato lo scorso  Marzo. Il nuovo lavoro del rapper di Molfetta era stato anticipato dal singolo “Goodbye Malinconia” con la partecipazione dell’ex Spandau Ballet,  Tony Hadley e lanciato poi da ” Chi se ne frega della musica” e “Legalize the premier” feat. Alborosie, un brano quest’ultimo dal sapore regge che rispecchia nel dettaglio l’attualità delle vicende del nostro Presidente del Consiglio.

Caparezza | © Vittorio Zunino Celotto/Getty Images
Questa volta l’argomento su cui si concentra il rap tagliente di Caparezza è la data della presunta fine del mondo che secondo fantasiose interpretazioni di profezie Maya, arriverà nel 2012: è questo dunque lo spunto che Caparezza coglie al volo per fare il verso alle catastrofiche  profezie  sulla fine del mondo. “La fine di Gaia non arriverà” ,  canta Caparezza nel ritornello di un pezzo del quale è stato girato anche un video, on line da ieri 21 Ottobre. Un video per la regia di Gianluca Calu Montesano, che ha già firmato videoclip di Club Dogo e Dj Shablo, che racconta la vicenda dagli inizi:  un curioso “incidente” dal quale fiene fuori la fatidica data che viene oggi considerata frutto di una profezia risalente all’epoca dei Maya; da li  in poi il racconto del panico tra la gente con una sorpresa: la doppia apparizione  di Roberto Giacobbo, conduttore del programma Rai, Voyager che si occupa costantemente di tematiche simili a quelle sbeffeggiate nel videoclip di Caparezza. “2012: nemmeno un temporale” conclude Caparezza mentre in sottofondo si sentono tuoni minacciosi che sottolineano ancora una volta l’ironia del pezzo, mentre Giacobbo segna il finale del video: “Catastrofisti, uomini tristi. La fine di Gaia non arriverà, e noi staremo ancora qua”.

Rispondi