In tutti questi anni Kanye West ha appoggiato apertamente le politiche di Donald Trump, per poi scegliere di correre alla Casa Bianca da solo. Con un programma strampalato, il rapper si è candidato davvero alle elezioni USA 2020.

Il marito di Kim Kardashian ha parlato apertamente anche del suo disturbo bipolare, che inevitabilmente influisce sia sulla sua vita privata che quella pubblica. In passato, prima di essere un sostenitore di Trump, Kanye West ha appoggiato anche Barack Obama e Hillary Clinton, notoriamente non proprio sulla stessa lunghezza d’onda del tycoon.

Le elezioni USA stanno tenendo sulle spine il mondo intero e in queste ore si capirà chi sarà il vincitore. Al momento il vantaggio è tutto a favore del democratico Joe Biden e Donald Trump non la sta prendendo benissimo. Dopo aver scoraggiato gli elettori repubblicani a votare via posta, il Presidente in carica ha accusato i democratici di brogli elettorali, dopo aver visto una rapida rimonta del suo avversario. Mentre sono Trump e Biden i protagonisti indiscussi di queste elezioni americane, che fine ha fatto Kanye West?


© Twitter | Kanye West

Tutti i voti per Kanye

Ebbene sì, qualcuno – ma per fortuna non troppi – ha votato per Kanye West. Il rapper ha ottenuto 60mila voti (lo 0,3%) dopo essersi candidato da indipendente. Gli Stati in cui è andato meglio? Arkansas, Colorado, Idaho, Iowa, Kentucky, Louisiana, Minnesota, Mississippi, Oklahoma, Tennessee, Utah e Vermont. Alla luce dei conteggi, la sconfitta era impossibile da nascondere, così il rapper ha detto la sua, a modo suo.

Lo ha fatto con un tweet – alla maniera trumpiana – pubblicando una foto di lui con gli Stati Uniti sullo sfondo e una scritta tanto semplice quanto chiara: KANYE 2024. A quanto pare il rapper non ha alcuna intenzione di mollare e dopo aver votato per la prima volta in vita sua quest’anno, nel 2020, deve averci preso gusto. A giudicare dal tweet, quindi, Kanye West sta già pensando al futuro e sta guardando ben oltre una sconfitta che era praticamente annunciata. Il rapper sogna ancora la Casa Bianca e si prepara a candidarsi alle prossime elezioni, magari nel frattempo avrà modo di pensare a un programma politico più efficace per il suo Birthday Party.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.