Bentornati alla nostra rubrica aperiodica sul mondo delle cover. Oggi andiamo a vedere, anzi a sentire come anche un brano relativamente recente possa essere oggetto di una incredibile opera di covering.

La canzone che abbiamo scelto è “Umbrella“, singolo r&B-hip hop del 2007 della cantante barbadiana Rihanna cantato insieme a Jay-Z e prodotta da Christopher Stewart e Kuk Harrell.
Questa canzone, primo singolo dell’album “Good Girl Gone Bad“, ha venduto 8.6 milioni di copie diventando il terzo singolo più venduto a livello mondiale del 2007 ed ha incassato tre statuette agli MTV Video Music Awards.
Ascoltiamo la versione originale.


Come dicevamo prima, in meno di 4 anni un numero notevole di artisti ha deciso di fare la cover di questo brano: ora noi ne andremo a sentire qualcuna.

Cominciamo da casa nostra, e più precisamente dal Lazio, dove il gruppo Vanilla Sky ha deciso di fare la cover di questo brano nel suo stile pop-punk, registrando anche un video del singolo in versione comica, low-budget ma godibilissimo.

Rimaniamo nel genere rock ed andiamo ad ascoltare la versione degli inglesi McFly, inclusa nel loro singolo “The heart never lies“: la canzone rispetta sia l’originale che i canoni del pop-rock.


Cambiamo completamente genere e continente e voliamo in Brasile, dove il gruppo Aviões do Forró ha deciso di farne una versione molto “sambosa”: la canzone è cantata in portoghese dalla vocal Solange Almeida ed è quantomeno particolare.

Torniamo in Italia ed andiamo ad ascoltare la versione live di Neja, cantante famosa più che altro per le sue canzoni dance: la sua versione pop è a dir poco emozionante, con uno stile che ricorda Elisa, ed è stata inclusa nel suo cover album “Acousticlub“.

Ed ora siamo alle ultime due cover, e sono cover di tutto rispetto: la prima è quella dei The Baseballs, gruppo tedesco che ne ha fatto una cover in stile country, facendo balzare sia la cover che il brano originale in testa alle classifiche finlandesi e norvegesi.

L’ultima cover che andiamo a sentire è quella dei Lyllasister, band svedese di Ghotenburg: la canzone sfiora il metal per diventare definitivamente rock.

Come al solito, vi chiediamo di dirci quale cover vi è piaciuta di più e quale di meno.
Appuntamento alla prossima puntata, con un nuovo brano da sentire in tutte le salse.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.