Reportage

Pubblicato il gennaio 4th, 2017 | da Giancarlo Marti

0

Fiorella Mannoia chiude il 2016 a Otranto

Fiorella Mannoia è stata protagonista di uno degli appuntamenti più importanti di “Alba dei Popoli“, la rassegna che partita il 26 novembre 2016, con termine l’8 gennaio 2017, attrae un numero sempre maggiore di persone, pronte a trascorrere  la notte dell’Ultimo dell’Anno e quella del Capodanno a Otranto.

Ecco quindi che, nonostante il clima gelido e poco favorevole, in migliaia hanno preso parte al concerto dell’artista in Largo Porta Terra, a pochi metri dal suggestivo centro storico del borgo salentino. La Rossa della musica italiana, accompagnata dalla sua band con Davide Aru alla chitarra, Luca Visigalli al basso, Bruno Zucchetti al pianoforte e alle tastiere, Diego Corradin alla batteria e Carlo Di Francesco alle percussioni, ha infatti interpretato i maggiori successi della sua carriera artistica, dando anche molto spazio alle canzoni del nuovo album “Combattente“, già certificato disco d’oro per le migliaia di copie vendute.

Il freddo non ha avuto la meglio sulla serata, grazie alla forte capacità interpetativa dell’artista, capace di scaldare il clima gelido della serata. Passando dalla più recente “Nessuna conseguenza” alla storica “Il cielo d’Irlanda“, la Mannoia ha intrattenuto il pubblico per quasi due ore di concerto, chiudendo con l’emozionante versione di “Quello che le donne non dicono“, prezioso cavallo di battaglia della cantante cantata a squarciagola dal pubblico presente in piazza.

Durante la conferenza stampa, la stessa artista dopo aver ringraziato dell’invito gli organizzatori del concerto (Comune di Otranto) si è soffermata sulla sua partecipazione alla prossima edizione del Festival di Sanremo, che la vedrà tra i big in gara con la canzone “Che sia benedetta“, scritta dall’autrice Amara. Un palco che ancora la terrorizza e che la stessa cantante ha però ammesso di voler calcare con la stessa umiltà di un po’ di anni fa.

Ricordiamo infatti che era il 1988 l’ultima volta in cui la stessa Fiorella partecipò alla kermesse musicale con il brano “Le notti di maggio“, quasi 30 anni fa.

Il concerto a Otranto ha chiuso lo straordinario 2016 di Fiorella Mannoia, che l’ha vista anche promotrice del concerto evento “Amiche in arena” a favore della lotta contro la violenza sulle donne,e come attrice nel film “7 minuti” di Michele Placido. Importanti tasselli che hanno accompagnato l’uscita del nuovo disco “Combattente“, 11 brani di diversi autori, come Fabrizio Moro, Giuliano Sangiorgi, Ivano Fossati e anche la stessa Fiorella.

Dopo la partecipazione al festival di Sanremo tutto è pronto per continuare il tour nei teatri di Italia, sono state infatti già fissate le prime date del tour, consultabili sul sito della cantante.

 

Tags: , ,


Informazioni sull'Autore

Ho 24 anni ed ascolto da sempre ogni genere di musica; nelle mie playlist musicali trovi di tutto.. da Jovanotti ad Adele, dai Coldplay a Ludovico Einaudi, dall'Amoroso a Battisti.. secondo me non è importa di chi sia una canzone.. l'importante è che la canzone stessa ti piaccia e sia in grado di raccontarti un qualcosa..



Rispondi

Torna in alto ↑