Franco Battiato | © Giuseppe Cacace/Getty Images
Franco Battiato con la tappa al Rock in Roma, ha dato il via al suo nuovo tour, quel “Up patriots to arms!”, che lo riporta sulle scene musicali. Dal palco dell’ippodromo delle Capannelle, lui, che è da sempre un grande sperimentatore, ha offerto un concerto intenso e affascinante aperto dal brano che da il titolo all’intero tour che proseguirà con numerose date in giro per l’Italia, fino alla tappa di Torino del  15  Settembre. Da sempre precursore di tendenze, Franco Battiato è salito sul palco in piena forma mostrandosi  sensibile come sempre, anche ai temi politici e culturali:  ha dedicato al giornalista Marco Travaglio, presente tra il pubblico, il brano “Inneres Auge”, che denuncia il malcostume della politica, la mancanza di giustizia in una società dove “regna solo il denaro” e “la giustizia non è altro che una pubblica merce”. E’ toccato poi a “Gli uccelli”,  “La cura”, “Povera patria”, tra gli altri, per una carrellata di una trentina di pezzi con cui il cantautore siciliano ha riperscorso la sua lunga carriera. Ne aveva parlato già prima dell’inizio del tour, annunciando che per i suoi live  avrebbe attinto al materiale degli anni passati, magari riarrangiandoli e lo ha fatto nella serata di Roma per esempio con”La cura“,che di sicuro rientra tra i  suoi pezzi più celebri. Battiato  qualche tempo fa aveva confessato di credere in un risveglio della gente e a Sky Tg24 ha detto: “Sono uno che ama il progresso della gente. Sono entusiasta se ci sono pensieri, anche rivoluzionari, che fanno bene al Paese“. Vi lasciamo ora ad alcuni video del concerto al Rock in Roma, con  “La cura”,”Povera Patria” e “Il ballo del potere”

1 commento

Rispondi