Dopo lo spiacevole episodio avvenuto durante il Reading Festival, in cui si sono visti staccare l’elettricità dall’organizzazione del festival a causa del ritardo con cui la band si è presentata all’evento, i Guns ‘N Roses ricadono a distanza di qualche giorno nello stesso errore. Presentatisi al concerto con più di un’ora di ritardo al concerto a Dublino, questa volta Axl Rose e soci non sono stati ben accolti dal pubblico che, stanco dell’attesa e dei capricci della band, ha lanciato alcune bottiglie sul palco. Rose ha intimato i presenti di  smettere con i lanci altrimenti avrebbero smesso di suonare: “Ok, questo è il patto: ancora una bottiglia e ce ne andiamo a casa – ha detto il cantante –  Decidete voi. Noi vorremmo restare, vogliamo divertirci un po’. Se voi non volete divertirvi fatecelo sapere e noi andremo per la nostra strada“.
Detto fatto, infatti appena la band ha ripreso a suonare altri tre brani sono stati costretti ad abbandonare il palcoscenico.  Hanno poi ripreso il live dopo aver atteso che il pubblico si calmasse, ma i pochi rimasti hanno comunque continuato a fischiare e lamentarsi.

Rispondi