Continua a raccogliere consensi il Decadancing Tour di Ivano Fossati partito il 9 Novembre scorso dal Teatro Arcimboldi di Milano. La tournée sarà l’ultima del noto cantautore così come aveva rivelato alla vigilia della pubblicazione dell’ultimo album di inediti “Decadencing“.

Ivan Fossati
Ivano Fossati | © Giulia Comito

Il concerto del debutto è seguito da un secondo appuntamento milanese previsto per lunedì 19 Dicembbre e, a grande richiesta, è confermato anche un terzo appuntamento, il 25 febbraio 2012, che chiuderà il tour.

Fossati con la sua band vuole offrire al pubblico un concerto vigoroso e intenso che sia anche solare e divertito. Come dichiara lui stesso al pubblico dal palco:

Nessuna tristezza durante questa serata. Fate come me, per le prossime due ore non pensate che saranno gli ultimi concerti“.

Tra i brani in scaletta non mancheranno le tracce estratte dall’ultimo disco “Decadancing” fino ai brani di impegno civile che da tempo caratterizzano la produzione di Fossati – “Cara democrazia“, “La crisi”, “Ho sognato una strada”, “Mio fratello che guardi il mondo” – fino alle atmosfere più avvolgenti di canzoni come “E di nuovo cambio casa”, “Una notte in Italia” e “C’è tempo”. Si riportano sul palco, tra le altre, due gemme da Macramé “L’orologio americano” e “Stella benigna” e le toccanti “Il bacio sulla bocca”, “La costruzione di un amore”, “Di tanto amore” e la recentissima, preziosa “Settembre” da Decadancing.
Assistere al concerto sarà come sfogliare le pagine del libro “Tutto questo futuro”, ricco di immagini e testi inediti appena pubblicato da Rizzoli e ripercorrere attraverso i suoi momenti salienti un itinerario artistico di impareggiabile coerenza e qualità.

Ad accompagnare Ivano Fossati in questo meraviglioso viaggio musicale ci saranno Pietro Cantarelli (produzione artistica e arrangiamenti, pianoforte, tastiere, Hammond, chitarre elettriche, fisarmonica e voce), Claudio Fossati (batteria e percussioni), Riccardo Galardini (chitarre acustiche, nylon, elettriche, mandola), Fabrizio Barale (chitarre elettriche e acustiche, voce), Max Gelsi (basso elettrico e acustico) e Martina Marchiori (violoncello, fisarmonica, organetto, tastiere, percussioni). La qualità del suono è assicurata da Marti Jane Robertson.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.