Sono già iniziate le prevendite per la nuova (e unica) data italiana dei Kraftwerk, il gruppo di musica elettronica tornerà in tour con il concerto 3D.

Dopo aver riscosso un successo mondiale con il loro ultimo tour, i Kraftwerk faranno nuovamente tappa in Italia il prossimo 25 maggio. L’appuntamento è al teatro degli Arcimboldi di Milano, dove il pubblico potrà assistere allo show multimediale che mette insieme musica e arte performativa.


© Peter Boettcher

I Kraftwerk sono considerati i pionieri della musica elettronica: sono nati nel 1970 dall’incontro tra Ralf Hütter e Florian Schneider. Hanno iniziato a farsi conoscere a livello internazionale grazie alle loro sperimentazioni sonore, sempre all’avanguardia e nate da mix tra tecnologia e robotica. Le performance dal vivo del gruppo tedesco sono ormai note e sono il perfetto racconto della musica nell’era digitale. L’attuale formazione per Kraftwerk 3D è composta da Ralf Hütter, Henning Schmitz, Fritz Hilpert e Falk Grieffenhagen. La prova definitiva del fatto che quella del gruppo non sia solo una performance musicale ma anche artistica, sono state le presentazioni al MoMa di New York, alla Tate Modern Turbine Hall di Londra, l’Akasaka Blitz di Tokyo, l’Opera House di Sydney o la Neue National Galerie di Berlino, solo per citarne alcune. Il contributo dei Kraftwerk nel mondo della musica è indubbio, tanto che nel 2014 Ralf Hütter è stato premiato anche con un Grammy alla carriera e nel 2018 il gruppo si è aggiudicato un altro Grammy per il miglior album di musica dance ed elettronica. “The Catalogue 3-D” raccoglie i lavori precedenti della band e li ripropone in chiave rivisitata. La svolta cruciale per i Kraftwerk, a seguito del loro debutto, è arrivata nel 1973 con “Autobahn“, una vera e propria pietra miliare dell’elettronica. L’omonimo singolo, composto da Ralf Hütter e da Florian Schneider, è stato il primo album cantato dei Kraftwerk ed è uno dei più celebri in assoluto della loro carriera.


Kraftwerk – The Catalogue 1 2 3 4 5 6 7 8 Tate Modern

Foto: Peter Boettcher

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.