La band pop-punk torinese dei Melody Fall festeggia i dieci anni dal suo disco di debutto con un nuovo disco, “The middle age of dinosaurs“, e con un tour in Asia.

I Melody Fall nascono nel 2004 come Ducks 33 con Fabrizio Pan (voce, Chitarra), PierAndrea Palumbo (basso, seconda voce) e Marco Ferro (batteria), che si conoscono al liceo e che condividono la passione comune per il pop punk di gruppi come Blink-182, i Sum 41 e i New Found Glory. Dopo un anno di attività, la band incide il primo demo e cambia il proprio nome in Melody Fall, facendo entrare nel gruppo un altro chitarrista, Davide Pica, poco prima di iniziare la registrazione del loro primo EP e del loro primo tour in Italia e in Giappone. Nel 2007 esce il loro disco d’esordio “Consider Us Gone” e nel 2008 la band partecipa al Festival di Sanremo con il brano “Ascoltami” nella categoria Giovani. Dopo la pubblicazione di “Melody Fall” e di “Hybrid” (disco prodotto e distribuito solo in Giappone con la partecipazione della band pop punk statunitense Better Luck Next Time) nel 2010 esce “Into the Flesh“, il disco di maggior successo del gruppo che permette loro di andare di nuovo in tour tra Europa, Giappone e Russia.

Nel 2011 la band torna in studio per la produzione del terzo lavoro, “Virginal Notes“, uscito ad aprile del 2012 e che diviene famoso grazie alla cover dei Fort Minor “Remember The Name” che entra in diverse playlist Spotify ufficiali e supera il milione di plays. Nel 2013 la band sostituisce il batterista Marco Ferro con Andrea Bessone e l’anno successivo viene messo in commercio l’album “The Shape of Pop Punk to Come“, primo lavoro interamente prodotto da Fabrizio Pan con la sua etichetta Pan Music Production e che consente loro di sbarcare in Cina. Nel 2016 PierAndrea Palumbo lascia la band e nelle date live viene sostituito da Paolo Brondolo: nel 2017 esce “10 Years” per Pan Music Production, una raccolta di tutti i brani più significativi dei 10 anni di carriera dei Melody Fall seguita dal tour “POP PUNK.IT TOUR“.

Oggi i Melody Fall sono di nuovo in pista con “The Middle Age of the Dinosaurs“, loro ottavo disco prodotto da Pan Music Production e distribuito dalla giapponese Fabtone Records e che viene anticipato dal singolo “I’m still me“, brano speculare a uno dei loro primi successi, “I’m So Me”, contenuto proprio nel disco d’esordio. La canzone è accompagnata da un video, girato da Davide Merlo e Matteo Teti dove le facce dei membri della band sono incollate sopra ai clip che hanno fatto la storia del pop punked è dedicato a tutti gli artisti meravigliosi che hanno ispirato la nostra musica pop punk. “The middle age of the Dinosaurs” è un messaggio per tutti quelli che credono che l’età sia solo un numero e che continuano a lavorare e a fare quello che amano. E ne parleremo molto presto.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.