Non si fa vedere ma si fa sentire, Mina continua a produrre musica e il prossimo 23 marzo uscirà il suo nuovo disco di inediti. 

Si intitola “Maeba” e sarà anticipato tra pochi giorni, il 9 marzo, da “Volevo scriverti da tanto“. Il brano, per la parte dell’arrangiamento, porta la firma di Massimiliano Pani, che è anche il produttore dell’album in uscita per Sony Music. Mina torna quindi con una ballad, la musica è stata scritta da Moreno Ferrara, mentre il testo è di Maria Francesca Polli.

I fan di Mina già gioiscono all’idea di un nuovo album in uscita, soprattutto perché “Maeba” conterrà 12 brani inediti. Il disco è già disponibile in pre-order e uscirà in 3 versioni: CD digipack, edizione limitata Vinile black (1500 pezzi) e esclusiva Amazon Vinile picture (500 pezzi). Considerata una delle più grandi artiste italiane, Mina ormai da molto tempo è riuscita a basare il suo successo sull’assenza. Come dice Pio XIII (Jude Law) in “The Young Pope“, i più grandi artisti della storia non hanno avuto bisogno di farsi vedere, non si sono mai fatti ritrarre o fotografare. Mina rientra tra questi.


Maeba

La sua carriera è iniziata alla fine degli anni Cinquanta, quasi per gioco con gli “Happy Boys”, ma Mina si è fatta notare presto. Nel 1959 ha debuttato in tv con “Nessuno” nel programma “Lascia o raddoppia?” condotto da Mike Bongiorno. Gli anni Sessanta sono stati quelli del Festival di Sanremo e de “Il cielo in una stanza“, gli anni in cui Mina è diventata un vero e proprio fenomeno. Sono stati gli anni in cui il successo si è fatto schiacciante e la curiosità del pubblico sempre più morbosa. Il 1961, l’anno di “Le mille bolle blu” è stato quello dell’ultimo Festival di Sanremo a cui ha preso parte, con la promessa di non partecipare più a nessun’altra gara o manifestazione canora. Nonostante questo, il successo è rimasto intatto, ma la cantante ha dovuto fare i conti, ancora una volta, con l’interferenza tra vita pubblica e privata, i giornalisti e il bigottismo dell’Italia dell’epoca. L’addio definitivo alle scene è arrivato nel 1978. Da allora Mina ha comunque continuato a lavorare “dietro le quinte” senza mai fermarsi, continuando a sfornare successi e senza mai perdere l’amore del pubblico, sua croce e delizia.

Rispondi