La MusicaStelle Outdoor, la rassegna di concerti all’aperto in alcune tra le più belle cornici naturali della Valle d’Aosta, si staglia tra gli 83 appuntamenti che tra l’8 luglio e il 27 agosto interesseranno la regione del Nord Italia. Ricordiamo che tutti i concerti sono a ingresso gratuito e che in caso di maltempo gli stessi saranno spostati al Palais di Saint-Vincent con comunicazione preventiva sul sito ufficiale della manifestazione.

Il primo appuntamento è per sabato 15 luglio, alle 17, in località Massoquin, ad Ayas, con la cantautrice romana Paola Turci, di nuovo in tour dopo il ritorno graditissimo al Festival di Sanremo con il brano “Fatti bella per te”, grande successo radiofonico di questi mesi. Il giorno dopo, domenica 16 luglio, toccherà a Ermal Meta, alle ore 16 al lago Lod di Antey-Saint-André, con il giovane cantautore di origini albanesi che porterà sul palco il suo nuovo disco “Vietato Morire”, disco d’oro trainato dall’omonimo singolo già disco di platino.

Il fine settimana successivo si apre sabato 22 luglio alle ore 17 in località Les Druges di Saint-Marcel con l’arrivo del vincitore del Festival di Sanremo Francesco Gabbani, cantautore e polistrumentista toscano fresco sesto classificato all’Eurovision Song Contest con la sua “Occidentali’s Karma”: a chiudere la rassegna musicale ci penserà domenica 23 luglio alle 16 a Vetan di Saint-Pierre Carmen Consoli, cantautrice siciliana che al momento ha una fervente attività live.
Gli altri appuntamenti dell’estate vanno dalla cucina (“Non solo Show cooking”), alla magia, dai Caffè Letterari alle Fiabe nel Bosco. Il programma di eventi è stato presentato da Miriana Detti, dirigente dell’Office Régional du Tourisme, poiché era assente, per impegni istituzionali, l’assessore al turismo Claudio Restano. Gli eventi sono organizzati con il sostegno finanziario dell’assessorato e in collaborazione con i Comuni e gli enti del territorio, per un costo complessivo di 300.000 euro, “meno degli anni scorsi”, ha sottolineato la Detti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.