E’ uscito ieri, martedì 17 settembre, “Déja vu“, il nuovo album dei Negrita, che contiene i loro maggiori successi riarrangiati in chiave semi-acustica, in un doppio cd contenente anche due inediti dai titoli “La tua canzone“, nuovo singolo, ed “Anima Lieve“, che apre la tracklist del secondo disco. Dopo 8 album di inediti, tre dischi live e due raccolte, tornano con un nuovo cofanetto, prodotto da Fabrizio Barcacci, per rappresentare al meglio quanto avvenuto nel recente tour nei teatri: 35 dati quasi tutte sold out, e il 17 ottobre si riparte da Rieti per altre 27 date nelle quali portare sul palco i 26 brani della tracklist dell’album, tra cui “Rotolando verso Sud“, “Magnolia“,”Gioia Infinita” “Che rumore fa la felicità“, canzoni che hanno scritto la storia per la band -“insieme creiamo un sound, altrimenti saremmo un’orchestrina”- e per il suo pubblico in quelli che l’anno prossimo saranno 20 anni di carriera. Ma stavolta, brani dal tradizionale aspetto rock, vengono riarrangiati per scoprirne poi una nuova intensità, ritrovando e rielaborandone le origini.

Negrita | © Alessio Pizzicannella
Negrita | © Alessio Pizzicannella

 

L’album, che doveva chiamarsi “Unplugged Sessions”, ha dovuto cambiare titolo per motivi di copyright. Cesare “Mac” Petricich spiega così la scelta del titolo definitivo:“L’espressione Déjà Vu ci è sembrato il titolo più giusto perché parla di un’esperienza che credi di aver vissuto ma che non hai mai vissuto veramente”. Forse quindi, un modo di registrare e portarsi dietro le emozioni di un’esperienza comunque lontana da quello che è il mood storico della band, concentrandosi interamente sul nuovo sound: “Il grande vantaggio di un lavoro come Dejà Vu e di non aver dovuto pensare minimamente alle parole, ci siamo dedicati completamente al suono. E a quell’energia speciale che può arrivare solo dalla musica”, spiega Drigo, chitarrista della band. Un progetto, “un ibrido, tra il live e il greatest hits, ma più appetibile”,usando le parole di Pau, leader della band, che segna una fase più raccolta della loro musica, nell’intimità dello spazio teatrale, ma che comunque porta il pubblico ad alzarsi in piedi: “Lì capisci come davvero la musica è più importante di tutto il resto: il pubblico si alza, si avvicina, salta come negli stadi, perché è la musica che fa alzare le persone”. Intanto, già si pensa al futuro e ai nuovi progetti, tra cui quello di realizzare un disco concept, un prossimo album che, assicura Pau, sarà “molto a fuoco” e vedrà la sua nascita nella dimensione del tour, tra una tappa e l’altra degli spettacoli.

I Negrita tornano in concerto nei teatri dal prossimo ottobre. Ecco tutte le date dei concerti:

 Ottobre 2013

  • 17.10 Rieti, Teatro Flavio Vespasiano (data zero)
  • 18.10 Firenze, Teatro Verdi
  • 19.10 Torino, Teatro Colosseo
  • 21.10 Milano, Teatro Nazionale
  • 24.10 Piacenza, Teatro Politeama
  • 26.10 Brescia, Palabrescia
  • 27.10 Udine, Teatro Giovanni da Udine
  • 30.10 Sassari, Teatro Verdi
  • 31.10 Cagliari, Auditorium del Conservatorio

 Novembre 2013

  • 02.11 Lecce, Teatro Politeama Greco
  • 04.11 Roma, Teatro Sistina
  • 05.11 Pisa, Teatro Verdi
  • 07.11 Avellino, Teatro Carlo Gesualdo
  • 08.11 Civitanova Marche (Mc), Teatro Rossini
  • 09.11 Pescara, Teatro Massimo
  • 15.11 Parma, Teatro Regio
  • 16.11 Venezia, Tetaro Malibran
  • 21.11 Bologna, Teatro Manzoni
  • 22.11 Schio (Vi), Teatro Astra
  • 23.11 Conegliano (Tv), Teatro Accademia
  • 25.11 Perugia, Teatro Morlacchi
  • 26.11 Ravenna, Teatro Alighieri
  • 28.11 Mantova, Gran Teatro Palabam
  • 29.11 Novara, Phenomenon
  • 30.11 Legnano (Mi), Teatro Galleria

 Dicembre 2013

  • 02.12 Milano, Teatro Nuovo
  • 03.12 Modena, Teatro Storchi

Rispondi