I Kaiser Chiefs salutano il loro compagno batterista, Nick Hodgson. L’annuncio, arrivato il mese scorso dallo stesso batterista e seconda voce dal vivo, viene confermato da un messaggio lanciato dalla band sulla pagina Facebook dei Kaiser Chiefs. Beh ha tutta l’aria di non essere un divorzio burrascoso, d’altronde i Kaiser Chiefs hanno l’aria così da bravi ragazzi che non ti saresti mai aspettato un litigio da parte loro: si tratta di esigenze artistiche diverse, o semplicemente Nick avrà voglia di assaporare l’ebrezza di una vita da solista. Ovviamente i suoi amici di band sono pronti ad accoglierlo in qualsiasi momento, infatti hanno lasciato le chiavi della porta sotto lo zerbino.

L’annuncio dato dalla band suona così:

Confermiamo che Nick ha deciso di non far parte più della nostra band, e come già anticipato, la performance al Reading Festival lo scorso agosto è stata la sua ultima esibizione come Kaiser Chiefs. Un tweet di Nick di poco tempo fa dice ” Posso confermare di aver lasciato i Kaiser Chiefs dopo 15 anni spettacolari. Devo andare avanti. Auguro il meglio a tutta la mia band”.  

Al messaggio dei Kaiser Chiefs è seguito un ulteriore messaggio di Ricky Wilson che ha scritto: “La porta è sempre aperta e la chiave la trovi sotto il tappeto… abbiamo tantissimi show per il prossimo anno e tante cose da fare in studio”. Anche Simon Rix ha inviato il suo augurio a Nick:  “Buona fortuna con tutti i tuoi piani, posso confermarti che collaboreremo ancora nei pub con tantissime pinte. Questa è per te Nick” – ha scritto.

Kaiser Chiefs © Chris Jackson / Getty Images

Come annunciato dunque questa estate, è tutto ufficiale, e dovevamo già capirlo con l’uscita della raccolta Souvenir, evidentemente lanciata per ricordare tutti i successi della band dai primi passi mossi verso il panorama musicale mondiale all’ultimo “The Future is Medieval” insieme al loro amico di avventure Nick. Pensare i Kaiser Chiefs da soli in studio ci lascia un po’ l’amaro in bocca perché Nick Hodgson oltre ad essere batterista e seconda voce del gruppo era anche il co-fondatore e autore dei testi della band inglese. Voi che dite ci sarà un ripensamento? Nel frattempo in bocca al lupo caro Nick!

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.