È uscito “Inno sussurrato”, il nuovo singolo del tenore Andrea Bocelli. Il brano, contenuto nell’album “Believe”, è una composizione del compianto Maestro Ennio Morricone ed è stato scritto dal cantautore Pacifico.

Si tratta di una preghiera rivolta agli uomini, come ha spiegato lo stesso autore. Parlando del brano, infatti, Pacifico ha spiegato:

“Inno Sussurrato” è una preghiera, ma è anche un invito a non delegare troppo alla provvidenza. È quasi una preghiera rivolta alle persone, “perché umano sia il miracolo”, questa una delle frasi del testo. È un grande e insperato onore sia avere avuto la possibilità di mettere delle parole su una musica del Maestro Morricone, sia che quelle parole le canti Andrea Bocelli.

Pacifico ha sei album all’attivo ed è uno tra i cantautori e autori più apprezzati del panorama musicale italiano. Nel 2004 si è aggiudicato il premio per la miglior musica al Festival di Sanremo. A Sanremo lo abbiamo visto anche con Ornella Vanoni e Tony Bungaro con il brano “Imparare ad amarsi”. Pacifico è anche l’autore de “Il segreto del tempo”, scritto per Roby Facchinetti e Riccardo Fogli e “Il coraggio di ogni giorno” per Enzo Avitabile e Peppe Servillo. Ha collaborato con moltissimi artisti, da Ivano Fossati a Gianna Nannini, passando per Malika Ayane e Samuele Bersani, con il quale ha scritto e interpretato “Le storie che non conosci”, con la partecipazione straordinaria di Francesco Guccini.

Tutti conoscono Pacifico per il loro lavoro nel campo della musica ma ha scritto anche per il cinema e il teatro e ha pubblicato il libro “Ti ho dato un bacio mentre dormivi”.

Dopo aver lavorato con artisti del calibro di Gianni Morandi, Giorgia, Eros Ramazzotti e Zucchero, Pacifico continua sulla scia delle collaborazioni importanti con “Inno sussurrato”, interpretato da Andrea Bocelli. Alcuni degli artisti con cui ha collaborato, inclusi Francesco De Gregori, Neri Marcorè e Giuliano Sangiorgi, hanno preso parte a “La settimana pacifica”, una serie di concerti che si sono svolti per una settimana al teatro Filodrammatici di Milano.

Inno sussurrato, il testo

Padre mio stammi accanto
Dammi forza per andare
Abbi cura dei tuoi figli
Sono persi senza te

Nel mio sonno senza riposo
La tua voce mi calmerà
È soltanto un lungo inverno
Primavera tornerà

Inno sussurrato
Salirai
Leggero andrai
Lontano
Non lasciarmi mai

Ora suona
Scoppia, tuona
Vola, più forte sia con te la mia voce

Padre Mio, Tu sei dovunque
Sei silenzio, sei tempesta
Nel ritorno senza sosta
Delle onde, lì sei Tu

Posso dare cura e sollievo
Posso amare sempre di più
Perché umano sia il miracolo
Perché è questo che vuoi tu

Inno sussurrato
Salirai
Leggero andrai
Lontano
Non lasciarmi mai

Ora suona
Scoppia, tuona
Vola, più forte sia con te la mia voce

Chiama, suona
Scoppia, tuona
Vola, più forte sia con te la mia voce
Vola, più forte sia con te la mia voce

Chiama, suona
Scoppia, tuona
Vola, più forte sia con te la mia voce
La mia voce

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.