Lo scorso anno la PFM-Premiata Forneria Marconi, la band progressive rock italiana più famosa al mondo, era tornata sulle scene internazionali con il nuovo disco “Emotional tattoos“, pubblicato contemporaneamente in due versioni diverse tra loro, una italiana e una inglese, a 14 anni di distanza dall’ultimo album di inediti e anticipato dai singoli “Quartiere generale” e “La lezione“, brano di chiusura del film “Anima” di Rosario Montesanti e Pino Amendola in uscita in primavera.

Mercoledì 31 gennaio scorso il gruppo si è esibito in concerto al teatro Duse di Bologna per dare il via al suo nuovo tour internazionale, tour che toccherà anche Usa, Sud America, Olanda e Regno Unito. Della band originaria, nata nel lontano 1971 e che, dopo aver suonato in tutto il mondo è stata premiata con la posizione numero 50 nella ‘Royal Rock Hall of Fame‘ dei 100 artisti più importanti del mondo, sono rimasti il batterista-cantante-folletto Franz Di Ciocco e il bassista Patrick Djivas, accompagnata da un’orchestra di altre cinque elementi (Lucio Fabbri al violino, tastiera e chitarra, Roberto Gualdi alla batteria, Alessandro Scaglione alle tastiere, Marco Sfogli alla chitarra elettrica e Alberto Bravin alle tastiere aggiuntive, chitarra acustica e voce), ma le canzoni sono sempre quelle.

Ovviamente i nuovi brani pagano lo scotto del paragone con il resto del repertorio e lo anche Di Ciocco che dal palco spiega al pubblico che “la musica è un unico continente, l’importante è che la ascoltiate, non importa quale genere vi piace“: in due ore abbondanti di spettacolo c’è un po’ di tutto, dal tributo a Demetrio Stratos degli Area di cui Djivas fu cofondatore agli anni ’70 del progressive fino alla parentesi delle canzoni scritte con Fabrizio de Andrè, per quello che fu uno dei sodalizi artistici più indovinati del momento.

Il tour della PFM riprenderà il 2 Marzo al Teatro Dal Verme di Milano per poi spostarsi il 9 marzo al PalaBrescia – Gran Teatro Morato di Brescia: le altre date italiane sono l’11 marzo al Teatro Lyrick di Santa Maria degli Angeli – Assisi (PG), il 12 marzo al Teatro Olimpico di Roma, il 13 marzo al Teatro Augusteo a Napoli, il 15 marzo al Teatro Orfeo di Taranto,  il 23 marzo al Teatro Civico di La Spezia, il 24 marzo al Nuovo Teatro Verdi di Montecatini Terme (PT), il 12 maggio al Teatro Galleria di Legnano (MI), il 22 maggio a Casanova di Carinola (CE) e il 23 maggio al Palazzetto dello Sport di Sulmona (AQ).

Rispondi