Oggi 16 Aprile è il Record Store Day, la giornata dedicata ai luoghi dove si crea e diffonde la cultura degli ellepì e 45 giri. Da New York a Londra, da Berlino a Parigi, si celebra per il quarto anno consecutivo la giornata mondiale per la salvaguardia dei negozi di dischi con tanti padrini d’eccezione come Bruce Springsteen, Paul McCartney o Ozzy Osbourne che quest’anno si è autoproclamato “ambasciatore” del Record Store Day 2011.

The Boss ha dichiarato di entrare in un negozio di dischi e aquistarne per un totale di 500 dollari, mentre per Paul McCartney “non c’è nulla di più affascinante di un negozio di dischi. Sono più che felice di sostenere il Record Store Day e spero che questo tipo di negozi abbia lunga vita“.

In questa giorata le case discografiche distribuiscono nei negozi che aderiscono all’iniziativa, edizioni limitate di singoli, Lp ed Ep contenenti qualche inedito di alcuni artisti ovviamente su supporto in vinile. I fan di Jimi Hendrix per esempio potranno trovare un 45 giri da sette pollici con da un lato un’alternativa versione di “Fire” e dall’altra “Touch you“, out-take dalle session di “Electric Ladyland“. Quelli dei Rolling Stones potranno ascoltare invece “Brown Sugar“, “Bitch” e “Let it rock“, brani contenuti in “Sticky Fingers”; i R.E.M. invece metteranno a disposizione ancora in 45 giri i primi tre singoli della loro nuova fatica discografica “Collapse Into Now“. Ma ci saranno anche 45 giri di Lady GaGa, Beady Eye, Adele, un raro Ep dei Nirvana.
Anche in Italia sono molte le iniziative per celebrare il Record Store Day con molti negozi (trovate la lista sul sito del Record Store Day) che offrono la vendita di vinili esclusivi.

Rispondi