Anteprime

Pubblicato il ottobre 25th, 2012 | da Giancarlo Marti

0

Il ritorno di Max Gazzè: nuovo album e tour europeo nel 2013

Era Marzo 2010 quando Max Gazzè lanciò sul mercato discografico “Mentre Dormi”, singolo apripista dell’album “Quindi?”. Oggi a distanza di ben 2 anni, il cantautore romano è pronto per tornare sulle scene musicali italiane con un nuovo album di inediti disponibile dai primi mesi del 2013.

Dell’album ancora in lavorazione non si conosce molto, bensì  è stato reso noto che le canzoni che ne faranno parte sono state scritte insieme al fratello Francesco, già autore di brani celebri di Max: come non ricordare “Il solito sesso”  presentata al Festival di Sanremo 2008.

Ci aspettiamo pertanto, canzoni basate su testi quasi poetici, ricchi di significati profondi che donano ad ogni singola parola un accezione nascosta; il tutto caratterizzato da armonie e ritmi avvolgenti .
Tutto pronto quindi, per il gran ritorno di Gazzè ! Inoltre, per pubblicizzare il nuovo lavoro discografico, l’artista ha organizzato con Francesco Barbaro in collaborazione con la OTRlive un tour europeo che partirà il 1° marzo, e andrà a toccare importanti capitali d’Europa come Parigi, Londra e Berlino.

Max Gazzè – Facebook Official

Il tour successivamente arriverà in Italia con concerti nei club più gettonati della penisola: sarà al “Viper” di Firenze il 14 marzo, al “New Age” di Roncade il 15 marzo, e in seguito approderà a Bari,  Napoli, Milano e Bologna, una decina di appuntamenti live che saranno occasioni d’oro per i numerosi fan sparsi nel Bel Paese .

Non arriva nessuna conferma riguardo una sua probabile partecipazione al festival di Sanremo 2013, eppure il periodo scelto per pubblicare l’album rispecchia in gran parte la settimana dedicata alla kermesse musicale italiana. Semplice coincidenza?

Nel frattempo Max Gazzè, durante un intervista, coglie l’occasione di appoggiare la nuova formula ideata da Fabio Fazio proprio per il prossimo festival:

“La formula di Fazio mi piace e, se ci saranno le condizioni, sarò ben felice di andarci. C’è più attenzione alle canzoni, così come dev’essere. Il Festival non deve neanche minimamente avvicinarsi ai format dei talent show. È bene che Sanremo mantenga la sua tradizione concentrandosi sulla canzone più che sul personaggio.”

 Non ci resta che aspettare…

Tags: , , ,


Informazioni sull'Autore

Ho 24 anni ed ascolto da sempre ogni genere di musica; nelle mie playlist musicali trovi di tutto.. da Jovanotti ad Adele, dai Coldplay a Ludovico Einaudi, dall'Amoroso a Battisti.. secondo me non è importa di chi sia una canzone.. l'importante è che la canzone stessa ti piaccia e sia in grado di raccontarti un qualcosa..



Rispondi

Torna in alto ↑