News

Pubblicato il agosto 8th, 2017 | da Elide Messineo

0

Sinead O’Connor, l’appello in lacrime: “Sono sola e malata”

Non è la prima volta che Sinead O’Connor fa preoccupare i suoi fan, ma questa volta la cantante ha deciso di sfogarsi in un video e di non lasciarsi andare a gesti estremi.

La cantante irlandese soffre di disturbo bipolare e ha avuto problemi di dipendenza dalle droghe, nel corso degli anni è finita spesso al centro della polemica o ha destato scandalo per i suoi comportamenti sopra le righe, peggiorati negli ultimi anni. Sinead O’Connor lo scorso anno è sparita mentre andava in giro in bicicletta per le strade di Chicago per poi essere ritrovata dopo un giorno di ricerche. I suoi fan si sono preoccupati molto, perché la Connor ha confessato più volte di aver pensato al suicidio e la stessa polizia locale aveva lanciato l’allarme pensando che la cantante potesse farsi del male.

Lo scorso ottobre Sinead O’Connor aveva dichiarato di essersi disintossicata ma di essersi sottoposta a un intervento al fegato “ormai andato”. In quel caso, come in molti altri in precedenza, la cantante ha detto di essere molto sola. Nel video pubblicato su Facebook, Sinead è in lacrime e dice di aver deciso di girare il video sperando di poter essere d’aiuto e affermando ancora una volta di sentirsi molto sola e di essere stata spesso circondata da persone che l’hanno trattata male. “Le malattie mentali sono come le droghe, sono uno stigma: all’improvviso tutte le persone che dovrebbero amarti e prendersi cura di te ti trattano male” ha aggiunto Sinead O’Connor, che ha spiegato anche che al momento vive da sola in un motel in New Jersey. Nella sua vita, spiega, c’è solo un persona e si tratta del suo psichiatra, una persona dolce che al momento è l’unico motivo per cui la cantante sta rimanendo in vita. Molti fan dell’artista si sono preoccupati ma ci sono diversi messaggi sulla pagina in cui viene specificato che Sinead O’Connor non è a rischio suicidio.



La cantante ha scritto di aver girato il video perché fa parte di quei milioni di persone che ogni giorno combattono per rimanere vive, l’appello disperato di Sinead O’Connor va ad aggiungersi alle problematiche di molte altre star che hanno parlato apertamente delle difficoltà che vivono quotidianamente. Purtroppo non tutti riescono a combattere i loro demoni e ad andare avanti – recentemente ci sono stati i casi di Chris Cornell e Chester Bennington. Il caso della Connor fa pensare all’attrice Carrie Fisher, che per tutta la vita ha combattuto contro il disturbo bipolare e la dipendenza da droghe. L’attrice è morta lo scorso dicembre e, come ha detto la figlia Billie Lourd, è stato proprio il suo male a portarsela via. È importante che artisti di questo calibro parlino apertamente dei loro problemi – la Fisher ne ha parlato sempre – cercando di essere esempio anche per chi non ha la stessa visibilità ma ha bisogno d’aiuto. L’ultimo aggiornamento apparso sulla pagina della cantante rassicura tutti:

È al sicuro e non è a rischio suicidio. È circondata da amore e sta ricevendo le migliori cure. Ha richiesto di pubblicare questo messaggio perché sa che vi preoccupate per lei.

Tags:


Informazioni sull'Autore



Rispondi

Torna in alto ↑