Molto di più di un concerto quello che si è svolto nella giornata al Parco Archeologico di Vulci per il “Live for Syria“, una manifestazione organizzata per raccogliere fondi per i bambini della Siria colpita dalla guerra.

Il concerto-evento benefico ha potuto contare sulla risposta di tantissimi artisti che hanno composto un grandissimo cast sia dal punto di vista musicale che teatrale e cinematografico: sul palco infatti si sono susseguiti senza soluzione di continuità cantanti, musicisti, registi e attori, tutti chiamati a raccolta per una nobile causa. Dalle 19 è cominciata la maratona di musica e spettacolo che ha coinvolto importanti nomi della musica e del cinema, tutti uniti sotto il segno della solidarietà.

La manifestazione, che ha trovato l’appoggio di Radio2 e la cui prevendita è stata curata da Ticketone, è nata dalla voglia di molti artisti, che pensano che parlare non sia più sufficiente e che fosse il caso di impegnarsi in prima persona con il movimento #everychildismychild, nato dal senso di impotenza davanti alle stragi di innocenti la cui maggior parte, purtroppo, è composta da bambini. Da qui la voglia di mettersi in gioco in prima persona per raccogliere fondi per le popolazioni siriane in difficoltà e per contribuire a fare piuttosto che a guardare impotenti.

I musicisti che si sono alternati e incrociati sul palco sono stati Daniele Silvestri, Irene Grandi, Roberto Angelini, Emma Marrone, Marina Rei, Mario Venuti, Diego Mancino, Wrongonyou, Frankie Hi – Nrg Mc, Diodato, Tosca e Mirna Kassis; con loro gli attori e registi Lillo Petrolo, Paola Minaccioni, Pierfrancesco Favino, Anna Foglietta, Vinicio Marchioni, Edoardo Leo, Angela Curri, Andrea Bosca, Milena Mancini, Vinicio Marchioni, Tosca D’Aquino, Camilla Filippi, Anna Ferzetti, Michele Riondino, Vittoria Puccini, Edoardo Natoli, Daniele Coscarella e Massimiliano Bruno, oltre a Paola Minaccioni e Lillo che hanno interagiro con i musicisti durante il concerto finale.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.