Il popolare sito di streaming online musicale SoundCloud ha rivelato quali sono state le tracce, i dischi e gli artisti più ascoltati in tutto il 2016. E ci sono più di una sorpresa.

La compagnia ha annunciato le statistiche con questo con una infografica corredata da questo commento: “Grazie a voi, nostra comunità di ascoltatori, curatori e creatori, SoundCloud sta costantemente portando in giro cultura e creatività e sta creando nuovi trends musicali. In moltissimi casi, quello che per qualcuno è “nuovo” o “inedito”, è nato su SoundCloud.”

Come sviluppato in una infografica, l’album più ascoltato in tutto il 2016 è stato il disco autoprodotto di Chance The Rapper “Coloring Book“, mentre la traccia più ascoltata in assoluto è stato il pezzo di Desiigner “Panda” che è diventato in pochissimo tempo virale. L’artista più seguito invece è stato il rapper nativo di Philadelphia Lil Uzi Vert.

SoundCloud ha anche monitorato quali sono state le città più creative di tutto il 2016 e questa particolare classifica vede in testa Londra seguita da Los Angeles e New York: per cercare un’altra città europea bisogna scendere al sesto posto con Berlino, preceduta da Hanoi e Il Cairo. Curiosamente, dei 12 milioni di artisti musicali ascoltati ogni mese su SoundCloud il 25% apparteneva alla Generazione Z, ovvero i nati dalla seconda metà degli anni novanta o dagli inizi del 1995 fino al 2010.

Per quanto riguarda i generi più seguiti nel 2016, al primo posto si piazza l‘hip-hop seguito sul podio dalla house e dal pop: l’elettronica e il rock si siedono ai piedi del podio. Gli hashtag più virali di tutto il 2016 sono stati la #Trapsoul, il #cloudrap e il #LatinTrap, con la #vaporwave e la #retrowave subito dopo.

Nel frattempo il fondatore di SoundCloud Eric Wahlforss ha confermato che non saranno più rimossi remix musicali composti da DJ per presunte violazioni di copyright.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.