Di Susan Boyle ne abbiamo già parlato e come noi lo hanno fatto molti altri, la sua partecipazione al Britain’s Got Talent è diventato un evento mediatico senza precedenti, la sua voce è apprezzata da tutti ed i suoi video spopolano sul web. Il suo talento è apprezzato dal pubblico del Regno Unito e ciò le ha permesso di arrivare alla finale di Britain’s Got Talent.

Però ora sembra che qualcosa stia andando nel verso contrario, la prima ad attaccare Susan Boyle è stata Amanda Holden, attrice e giurato di Britain’s Got Talent, dichiarando che la donna definita da molti la “zitella dei record” è un fenomeno a breve termine, ma sicuramente non una cantante di successo nel lungo periodo. Aggiunge inoltre che Susan Boyle è stata creata da loro e che la “cantante” ha fatto il passo più lungo della gamba diventando arrogante.

Susan Boyle non regge il peso successo, viene identificata come sotto stress, ha una prova sottototono in semifinale ed insulta in diretta un giudice del concorso TV.

Come se non bastasse anche Lilly Allen dice la sua, la cantante pop inglese definisce Susan Boyle sopravvalutata, aggiungendo che il suo successo terminerà subito dopo la finale di Britain’s Got Talent del 31 Maggio 2009.

Chi avrà ragione alla fine?

Rispondi