Chissà se dietro i centinaia di aneddoti sui fratelli Gallagher, contenuti  in “The Truth, The Noel Truth, Is Nothing Like the Truth” biografia sugli Oasis, scritta da Tony McCarrol (ex-batterista del gruppo) in uscita in Inghilterra, non ci sia anche un po’ di risentimento.

Batterista degli Oasis dal 1991(prima che il gruppo prendesse questo nome), McCarrol, venne allontanato improvvisamente dalla band nel 1995, quando entrarono a farne parte Noel e Liam Gallagher: il rapporto con Noel apparve da subito problematico tanto che Tony venne sostituito da Alan White, e fu liquidato da Noel con queste parole:”..mi dispiace per Tony, ma non è all’altezza come batterista. Abbiamo pensato che non fosse in grado di suonare i nostri nuovi pezzi”.

Parole senza dubbio forti, che forse hanno reso Tony McCarrol, un tantino risentito: molte sono state le azioni legali contro la sua ex band e le dichiarazioni volte a screditare i Gallagher, ma quella che è trapelata dal libro in uscita in questi giorni è davvero clamorosa : McCarroll racconta che,prima di diventare famosi, quando lavoravano come parcheggiatori in un’impresa  che aveva tra i suoi clienti alcuni giocatori del Manchester United (diretta avversaria del Manchestr City, squadra di cui i Gallagher sono super tifosi) , i due fratelli avrebbero danneggiato più volte le auto dei poveri giocatori: McCarrol cita esempi specifici: i passaruota dell’auto sportiva di Paul Ince graffiati con la carta vetrata e la Mercedes di Eric Cantona a cui sarebbe addirittura scomparso uno sportello.

Rispondi