è il pezzo scelto come primo singolo da "..." /> Vinicio Capossela, il video di "Abbandonato" da Rebetiko Gymnastas

Video Vinicio Capossela | © Vittorio Zunino Celotto/Getty Images

Pubblicato il luglio 12th, 2012 | da Vittoria Borgese

0

Vinicio Capossela, il video di “Abbandonato” da Rebetiko Gymnastas

“Abbandonato” ( Los ejes de mi carreta) è il pezzo scelto come primo singolo da “Rebetiko Gymnastas“, album che Vinicio Capossela ha pubblicato lo scorso 12 Giugno in Italia e Grecia (La Cupa/Warner), in omaggio alla musica rebetika e alla terra greca. Il disco si compone di 13 tracce delle quali 8 sono reinterpretazioni di pezzi del repertorio di Capossela, estratti da “All’una e trentacinque circa”, “Il ballo di San Vito” eCanzoni a manovella”; 4 brani inediti ovvero “Rebetiko Mou”, “Abbandonato”, “Misirlou” (divenuto famoso in versione per chitarra elettrica nella colonna sonora di Pulp Fiction) e “Cancion de las simples cosas”; e 1 ghost track,  un inedito duetto italo-ellenico per “Come Prima” di Tony Dallara.

“Abbandonato” è una libera interpretazione in lingua di “Los ejes de mi carreta” del cantautore argentino Atahualpa Yupanqui: il singolo è accompagnato dalla pubblicazione di un videoclip, che vi mostriamo a seguire, diretto da Niccolò Bruna e  realizzato nei locali della Reale società di Ginnastica di Torino, fondata nel 1844 e prima società sportiva italiana.

Vinicio Capossela | © Vittorio Zunino Celotto/Getty Images

L’uscita del disco è sostenuta da un tour che prenderà il via il 19 Luglio da Tarvisio e che vedrà sul placo assieme a Capossela, in formazione allargata, la band che ha lavorato con il cantautore a “Rebetiko Gymnastas”, per il quale il cantautore si è avvalso della collaborazione dei migliori musicisti di rebetiko. Il tour impegnerà Vinicio Capossela nei mesi di Luglio e Agosto. Dell’album Vinicio Capossela ha detto:

E’ un disco suonato in greco, per debito nei confronti della Grecia, che ha donato al mondo oltre alla civiltà anche una delle più straordinarie musiche urbane del mondo: il rebetiko. Lo pubblichiamo nell’anno dell’olimpiade per fare esercizio di ribellione e di identità, per tenere in esercizio il mangas che è in noi. Per ricordarci che siamo originali: che abbiamo un origine. Che siamo uomini, non solo consumatori e non abbiamo paura di consumare la vita

Vinicio Capossela – Abbandonato (Los ejes de mi carreta)

Tags: , , ,


Informazioni sull'Autore

Spirito pratico e razionale, ama la musica in tutte le sue forme come strada per lasciarsi andare alle emozioni. Condivisione e lavoro di squadra sono le sue parole d'ordine; Lenny Kravitz e Francesco De Gregori il suo debole.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi