Abbiamo una top 5 molto made in Italy, che comprende artisti che hanno deciso di provare delle strade alternative.

Artisti, se così li volete chiamare, che non disdegnano nulla del mondo dello spettacolo, anche se non riguarda direttamente la musica. Non c’è niente di male in questo, se non polemiche dietro l’angolo in attesa di spuntare. Ecco la settimana raccontata in 5 fatti!

2. Fabio Rovazzi

Dopo aver collezionato successi con “Andiamo a comandare” e “Mi fa volare“, Fabio Rovazzi è stato reclutato da Gennaro Nunziante per il suo nuovo film. Il regista, che fino ad ora è stato campione di incassi grazie ai film con Checco Zalone, lo ha voluto per “Il vegetale“. Fabio Rovazzi interpreta un neolaureato che stenta a trovare lavoro, per una commedia leggera che, a detta della critica, non osa abbastanza. Rovazzi ha sempre dichiarato di non essere un cantante e stavolta ha detto di volerci andare cauto con il cinema, per non rischiare di rovinarlo, come ha fatto con la musica. Ci sarà riuscito? Ai voi l’ardua sentenza.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.