L’esecuzione del brano “Elegia Per l’Italia” ha aperto il momento che il Concerto del Primo Maggio 2011 ha dedicato al 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, una serie di esecuzioni con cui ci si è discostati, e non poco, dal genere di musica che il Concerto propone.

L’Orchestra Roma Sinfonietta (72 elementi) assieme ai  60 componenti del Nuovo Coro Lirico Romano, hanno eseguito il brano arrangiato dal grande Maestro Ennio Morricone che ha unito il Va pensiero e l’Inno di Mameli; all’interno dei 14 minuti di esibizione anche la lettura dell’opera “Elegia per l’Italia” il cui testo è stato scritto dal Maestro e dal poeta Giovanni Fontana, e che per l’occasione è stato interpretato da Mariano Rigillo. Sul brano Elegia Per l’Italia, Morricone intervistato dice: “Ho pensato di mettere insieme nella prima parte della mia Elegia il coro verdiano e i Fratelli d’Italia. E i due brani saranno contemporaneamente ascoltabili dal pubblico”.

Dopo Ennio Morricone è toccato a Gino Paoli celebrare l’Unità d’Italia, con il Va Pensiero, tratto dal Nabucco di Verdi, diretto dal Maestro Sandro Molinari: per il cantautore è stata la prima volta all’evento. Dopo l’esibizione di Gino Paoli c’è stato posto per un messaggio dello scrittore Andrea Camilleri. In chiusura l’Orchestra si è nuovamente esibita diretta dal giovane direttore  Francesco Lanzillotta.

Ecco il video dell’esibizione di Ennio Morricone.

Rispondi