Si è svolta ieri 12 Febbraio, la cerimonia di consegna  dei Grammy Awards, giunti alla 54° edizione; una premiazione atipica che ha visto il tributo per la scomparsa di Whitney Houston, avvenuta proprio nelle ore che ha preceduto la lunga maratona dei premi musicali più amibiti dagli artisti. Numerosi i ricordi dei colleghi e amici che hanno voluto omaggiare l’artista, tra tutti una emozionante esibizione di Jennifer Hudson che ha dato voce alla celebre canzone “I will always love you” con la quale la Houston aveva trionfato proprio ai Grammy Awards nell’edizione 1993.

Grande trionfatrice della serata è stata Adele che ha conquistato ben 6 statuette, tutte quelle per cui era stata nominata (record of the year, miglior album (“21”), album pop, interpretazione pop, migliore canzone e video corto per “Rolling in the deep”). Commossa e felicissima Adele ha voluto ringraziare lo staff medico che l’ha operata alle corde vocali lo scorso Novembre: quella di ieri è stata infatti la prima performance dopo l’intervento a seguito del quale aveva dovuro seguire una lunga riabilitazione per tornare a cantare senza correre il rischio di provocare danni ulteriori.

Grande trionfo anche per i Foo Fighters che tornano a casa con ben 5 statuette “Best long form music video” (per “Back and forth”), “Best Hard Rock/Metal Performance” (per “White limo” contenuto in “Wasting light”), “Best Rock Song” (per “Walk”), “Best Rock Album” per “Wasting light” e “Best rock performance” per “Walk”.

Kanye West, che si presentava forte di sette nomination,  ha portato a casa quattro premi ovvero Best rap album per “My Beautiful Dark Twisted Fantasy”, Best rap/sung collaboration e Best rap song per “All of the Lights” e Best rap performance con Jay-Z per “Otis”.

Sul fronte esibizioni hanno riscosso successo l’energica apertura di Bruce Springsteen and The E Street Band, il ritorno sul palco della bella Katy Perry dopo le ultime tormentate vicende sentimentali, quella del Baronetto Paul McCartney e dei Beach Boys riunitisi da poco .

Questi alcuni video delle esibizioni dei Grammy Awards 2012

Rispondi