Quando si pensa a Michael Jackson è impossibile che non vengano in mente anche gli accessori che hanno contribuito a renderlo un’icona pop.

Tra questi ci sono senza alcun dubbio i suoi guantini, ma fino ad ora nessuno si era mai chiesto se anche gli accessori avessero un punto di vista su questa storia. Ci ha pensato Johnny Depp, che ha deciso di produrre un musical che racconterà la storia di Michael Jackson dal punto di vista del famoso guanto. Il musical è pronto a debuttare il prossimo 25 gennaio al Carl Sagan & Ann Druyan Theater di Los Angeles, scritto da Julien Nitzberg.


Embed from Getty Images


Il lunghissimo titolo del musical è “For the Love of a Glove: An Unauthorised Musical Fable About the Life of Michael Jackson, As Told By His Glove“. Ovvero: “Per l’amore di un guanto: un favola musicale non autorizzata sulla vita di Michael Jackson, raccontata da suo guanto”. La storia verrà affrontata da un punto di vista decisamente inedito e si occuperà anche degli aspetti più spinosi della vita del cantante.

Julien Nitzberg è stato intervistato da Page Six e ha raccontato che un’importante emittente televisiva gli aveva chiesto di scrivere un film sulla vita di Michael Jackson. Subito dopo sono tornati a galla gli scandali legati alle accuse di pedofilia e il progetto non è proseguito. Nitzberg ha ironizzato sulla richiesta dicendo che “tutto ciò di cui è stato accusato Michael Jackson è stato causato dal suo guanto, che in realtà è un alieno che proviene dallo spazio e si nutre del sangue di un ragazzo vergine“. Di fronte alla fantasiosa ipotesi di Nitzberg, gli è stato richiesto di raccontarne “una versione normale“. Lui ha deciso di rifiutare la proposta dell’emittente ma di non rinunciare alla sua idea originaria ed è venuto fuori il musical, dove non saranno presenti brani di Jackson. La vita del cantante continua ad essere sotto i riflettori a dieci anni di distanza dalla sua scomparsa. Sarebbe in corso anche la produzione di un biopic prodotto da Graham King, che ha già portato al successo “Bohemian Rhapsody“. Anche in questo caso, quindi, King andrà a toccare un mostro sacro della musica.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.